IL PRIMO MAGAZINE DEL FOOTBALL ITALIANO DALLA A ALL'END ZONE
Eventi

Youthbowl U19: Intervista a Niccolò Aldeghi e Giovanni Biancolella

YB15_LOGO

Manca pochissimo alla finale del campionato nazionale under 19 di football americano targato FIDAF, lo YouthBowl. Mentre i preparativi continuano imperterriti ed entrambe le franchigie stanno cercando le ultime, importanti parole per prepararsi a questa sfida, IFLMag ha deciso di fare parlare due sicuri protagonisti della partita. Due persone che, necessariamente, dovranno prendere le redini della loro squadra e condurli alla vittoria finale. Il risultato di questa breve intervista è interessante non solo per il contenuto letterale, ma anche per la personalità mostrata da entrambi, che parlano come adulti, ragionano come senior e sono, o sembrano, tutt’altro che spaventati dal doversi assumere delle responsabilità.

 

Prima finale per entrambi, cosa significa per voi questa occasione?

Niccolò Aldeghi: Beh, ovviamente la finale è il gradino finale di una lunga scala. Vincere la finale sarebbe la ciliegina sulla torta, dopo la stagione che abbiamo giocato. Noi LIONS non aspettiamo altro che il 10 gennaio! 

Giovanni Biancolella: Credo sia il sogno di ogni giocatore disputare una finale, io e tutti i miei compagni siamo veramente emozionati e prontissimi, ci siamo allenati duramente per arrivare fin qui. Il 10 giocheremo una grandissima partita, i Lions sono l’ultimo ostacolo da superare.

Siete, volenti o nolenti, i pilastri e i punti di riferimento delle vostre squadre. Come gestite la tensione?

NA: La tensione in questo periodo è alta, non c’è dubbio; ma l’importante è non passare il proprio nervosismo ai compagni di squadra, altrimenti non si capisce più niente. Basta mantenere la calma anche quando si sbaglia e motivare se stessi e i propri compagni a fare meglio ogni volta. 

GB: Cerco sempre di rimanere sereno, ogni volta che sbaglio cerco di capire il mio errore e di non ripeterlo, anche se non sempre ci riesco. Quest’anno sono stato seguito da coach e allenatori americani, ho imparato molto, mi sento prontissimo per la partita del 10 gennaio. Quando un compagno di squadra sbaglia lo incoraggio sempre a riprovare e a fare meglio e la stessa cosa fanno loro con me. Siamo uniti più che mai, avvertiamo la tensione della finale, ma è quella giusta per una partita così importante.

In un contesto così importante, vi pesa essere il futuro del nostro sport? Cosa pensate di dover dimostrare a chi vi guarderà?

NA: Io vorrei dimostrare all’Italia intera che il football americano è uno sport che vale quanto il calcio in Italia e che deve essere preso più in considerazione

GB: Spero che molti più giovani in futuro si avvicinino a questo bellissimo sport di squadra; domenica gli spettatori e tutti coloro che ci seguiranno da casa, assisteranno ad una partita spettacolare, ne sono certo!

Avrete sicuramente avuto modo di vedere i vostri compagni in questo periodo e di testarne fiducia e preoccupazioni. Quale prevale in questo momento e cosa state facendo per presentarvi maggiormente pronti psicologicamente?

NA: I miei compagni sono fiduciosi e credono nella nostra vittoria e io come loro credo nel nostro successo. Non credo proprio che nel nostro gruppo ci siano delle preoccupazioni, anzi c’è solo la voglia di vincere! 

GB: Non vorrei ripetermi, ma sinceramente non sono preoccupato, ho fiducia nei miei compagni di squadra, tutti contano su tutti, i coach hanno fatto un lavoro fantastico con questo team, siamo pronti!

Datemi 3 motivi per cui dovreste vincere e 3 punti di forza dell’avversario da tenere d’occhio

NA: 1: siamo una delle due squadre più forti d’Italia
2: il nostro è un gruppo compatto ricco di giocatori capaci di trascinare la squadra alla vittoria
3: vogliamo vincere

1: sono una delle due squadre più forti d’Italia
2: sono una squadra ricca di ottimi giocatori
3: vogliono vincere

GB: Siamo motivatissimi, siamo uniti e abbiamo tutto ciò che occorre per vincere. Posso dire la stessa cosa dei nostri avversari, dopotutto è una finale. Sarà il campo a parlare, che vinca il migliore!

Lasciate un messaggio per i lettori di Iflmagazine e per tutti i partecipanti a questo grande evento di Assofootball, lo Youthbowl 2015!

NA: Ciao a tutti i lettori di ifl magazine e agli appassionati di football americano in Italia! Vi aspetto a Pero il 10 gennaio!

GB: Un grande saluto a tutti i lettori di IflMag, ci vediamo a Pero, vi aspettiamo numerosi!

 

Ormai ci siamo, queste saranno, probabilmente, le ultime parole sul match che sentiremo dai protagonisti, prima che sia il campo ad emettere un verdetto. Un evento incredibile, un’occasione stupenda per divertirsi, esultare, soffrire, vincere. Sempre all’insegna del rispetto e dell’agonismo.

Il 9 e 10 Gennaio, il meglio del football americano italiano è allo stadio Gianni Brera di Pero. Non mancate.









Ultime News

To Top