IL PRIMO MAGAZINE DEL FOOTBALL ITALIANO DALLA A ALL'END ZONE
USA Football

USA Football: Sviluppare e installare un albero delle tracce in giovanile

Blue Team, Italia-Serbia, Lorenza Morbidoni, albero delle tracce

Articolo originale: Developing and installing a passing tree in youth football
Di Chris Booth
Traduzione a cura di Enrico Brazzi
Foto: Lorenza Morbidoni


Tutti gli attacchi hanno bisogno di schemi di lancio: per questo motivo è necessario identificare le tracce corse dai ricevitori.

Nel nostro sistema utilizziamo un albero delle tracce numerato da 0 a 10, al quale aggiungiamo altre tre tracce: slant, sluggo e skinny. Le tracce con numero dispari vengono corse verso l’esterno, mentre le tracce con numero pari vengono corse verso l’interno.

Per esempio, un ricevitore che si schiera alla sinistra del quarterback correrà le tracce con numero dispari verso sinistra, mentre il ricevitore che si schiera alla destra del quarterback correrà le tracce con numero dispari verso destra. Viceversa per le tracce con numero pari.

Questo è il nostro albero delle tracce

1125.booth0: fly. Il ricevitore corre dritto senza fermarsi.
1: out a 5 yard.
2: in a 5 yard.
3: out a 10 yard.
4: in a 10 yard.
5: il ricevitore corre dritto per sette yard e poi taglia in diagonale verso l’esterno.
6: il ricevitore corre dritto per sette yard e poi taglia in diagonale verso l’interno.
7: hook verso l’esterno a 7 yard.
8: hook verso l’interno a 7 yard.
9: comeback verso l’esterno a 12-15 yard.
10: comeback verso l’interno a 12-15 yard.

Questo invece è l’elenco delle tracce nominali:
Slant: il ricevitore taglia in diagonale verso l’interno.
Sluggo: il ricevitore esegue una slant per 5 yard, poi corre la traccia 0.
Skinny: il ricevitore corre dritto per 12 yard e poi taglia in diagonale verso l’interno.

Indipendentemente dalle decisioni che prenderete in offseason, è importante utilizzare un processo logico e modi di pensare che siano adatti alla fascia d’età dei giocatori che allenate. Se state allenando dei ragazzini che si sono appena avvicinati al football e hanno poca esperienza nel lanciare e ricevere la palla, limitatevi a 4-5 tracce. Se invece sono più esperti, potete aggiungerne altre, sempre tenendo conto della quantità di informazioni che i giocatori sono in grado di gestire.

Installazione dell’albero delle tracce

Durante i primi allenamenti è importante che gli skill player prendano confidenza con le tracce. Prima di allenamento segnate il campo, in modo da dare ai giocatori distanze e punti di riferimento da utilizzare per schierarsi ed eseguire le tracce.

Solo quando i giocatori avranno imparato le tracce potrete installare gli schemi di lancio.

Ecco cosa vi consiglio di fare a inizio stagione:

– Durante i primi allenamenti, insegnate le tracce usando dei coni per indicare le distanze in cui i ricevitori dovranno eseguire i tagli. Dopo qualche allenamento rimuovete i coni: in questo modo i ricevitori dovranno eseguire le tracce correttamente senza aiuti.

– Installate gli schemi di lancio solo dopo che i giocatori avranno imparato le tracce. Provate gli schemi contro la difesa.

– Quando effettuate le vostre valutazioni, prendete in considerazione i seguenti aspetti: stance, esecuzione delle tracce, velocità, capacità di ricevere il pallone, capacità di ricordarsi gli schemi, dropback e precisione del quarterback.


Chris Booth è l’head coach della Peterstown Middle School in West Virginia. Oltre ad aver pubblicato quattro libri e nove video per Coaches Choice, a fine 2015 farà uscire un libro di esercizi per squadre giovanili.

 

 









Ultime News

Il primo magazine del Football Italiano dalla A all'End Zone.

Disclaimer

IFL Magazine (da qui in avanti chiamato “sito”) non è una testata giornalistica ed ai sensi della Legge n. 62 del 7.03.2001, non può considerarsi un prodotto editoriale. Qualsiasi logo, marchio, brand, sigla, trade mark o immagine riportata sul sito e non appartenente in maniera esplicita a quest’ultimo, sono protetti dalla normativa vigente relativa ai marchi, la proprietà intellettuale e/o il copyright (Direttiva 2004/48/CE, Legge 633/22-04-1941, Dlgs 30/2005) e appartengono pertanto ai rispettivi proprietari. L’utilizzo delle immagini sul sito segue le norme del fair use. Per ogni immagine utilizzata sarà citata la fonte. Se i proprietari di tali immagini ne desiderassero la rimozione, li invitiamo a contattarci all’indirizzo redazione@iflmagazine.it, al fine di poterle rimuovere nei più brevi tempi possibili. Tutti i contenuti di questo sito sono di proprietà intellettuale dei rispettivi autori, e sono soggetti a ‘Riproduzione Riservata’. Ai sensi della Legge 633/41, se ne vieta la riproduzione, anche parziale, senza l’esplicita autorizzazione scritta dell’autore.

Team

Coordinatore: Simone Mingoli Vice Coordinatore: Giovanni Ganci Contributori: Luca Correnti, Tony Federico, Ganci, Andrea Ghezzi, Simone Mingoli, Andrea Mirenda, Rendall Narciso Grafica: Paolo Re, Battista Battino Infografiche: Battista Battino Contenuti Fotografici: Coordinatore IFL Mag TV: Andrea Ghezzi Contenuti Video: Andrea Ghezzi, Andrea Gaia Re Coordinatore IFL Mag Radio: Andrea Ghezzi Contenuti Radio: Andrea Ghezzi, Giovanni Ganci, Andrea Mirenda, Luca Correnti, Simone Paschetto Webmaster: Rendall Narciso Infrastrutture: CAGE7 Partners: #ASSOFOOTBALL, Dalsport74

Per informazioni e contatti scrivi a: redazione@iflmagazine.it

Copyright © 2016 IFL Magazine - #ASSOFOOTBALL

To Top