IL PRIMO MAGAZINE DEL FOOTBALL ITALIANO DALLA A ALL'END ZONE
Junior

U19 Week 1, big match e partite sul filo

U19 week1

Non poteva iniziare in un modo migliore questo campionato U19 di football americano. Pubblico, giocate e un buon livello hanno accompagnato il primo weekend, con nessuna squadra realmente dominata seppur sconfitta e alcuni importanti segnali sul proseguimento della stagione.

Panthers Parma 22 – Warriors Bologna 16

Grande classico del football emiliano e nazionale, che ormai da 2 anni non si vede nelle categorie senior, da sempre regala spunti interessanti e non si rivela mai un match scontato. Parte subito forte Parma che mette i primi punti sul tabellone con un bel lancio del rookie QB figlio d’arte Davide Rossi, che pesca in endzone il vissuto Simone Alinovi (tra i migliori nella stagione IFL appena conclusa) per il 6-0 che chiude il primo quarto. Reazione della difesa bolognese che blocca un Punt con Glauco Capece che non solo raccoglie il pallone ma si invola fino alla 1 yard avversaria prima di essere placcato. Sarà quindi Brian Labarile a portare in vantaggio i bianco-blu. In chiusura di primo tempo Rossi trova Campanini con un corto passaggio, il difensore schierato da WR si invola e porta il risultato sul 13-8 per i parmensi. Al ritorno in campo, Parma sembra sprecare qualche occasione per chiudere la partita, sopratutto quando Rossi si fa intercettare, nuovamente da Capece che questa volta non trova ostacoli e segna per il sorpasso bolognese per 16-13. Dopo aver ottenuto il pareggio con un field goal di Alinovi, Rossi non si da per vinto e nell’ultimo quarto trova Iuliani con un TD pass per il 22-16 che chiude l’incontro.

Seamen Milano 19 – Rhinos Milano 7

Eterna sfida tra le due compagini meneghine, così diverse ma ugualmente al top in tutte le categorie. Il match vede partire forte i Marinai, che passano in vantaggio in chiusura di primo quarto con lo straripante Lorenzo Nuzzi, autore di tutti i TD dei Seamen. I Rhinos sono riusciti comunque a passare in vantaggio nel secondo quarto, anche sfruttando le trasformazioni sbagliate dagli avversari, ma privi di alcuni giocatori hanno dovuto soccombere sotto gli attacchi dello stesso Nuzzi. Alcuni errori della difesa neroarancio, subito sfruttati dall’offense Seamen ha consentito a Nuzzi prima di sfruttare i blocchi con una screen perfettamente eseguita, poi di involarsi all’esterno per il 19-7 che chiude l’incontro.

Giants Bolzano 41 – Bengals Brescia 14

Buona la prima per i Giants Bolzano che contro i Bengals (molto limitati per numero a roster) faticano giusto il primo quarto, che si conclude sul 7-0 dopo aver conquistato il pallone grazie ad uno stop difensivo sul 4° e 5. Nella seconda frazione gli altoatesini dilagano, concludendo il primo tempo con un roboante 21-0, con tutte le trasformazioni a segno. Buona la reazione bresciana nel terzo quarto che alla prima azione disponibile vede Franchi accorciare le distanze con una bella ricezione per il 21-7. Bolzano non si ferma, e prima riallunga sul 27-7, subisce un altro TD questa volta da Minnehan, ma chiude i conti nell’ultima parte del quarto quarto con ben due TD. Per Bolzano, già protagonista l’anno scorso, una buona partenza mentre per i Bengals è stato sicuramente un buon testo per continuare il percorso di crescita.

Lions Bergamo 23 – Giaguari Torino 20

Partita interminabile quella di Bergamo, tra due squadre tra le più in forma di questo campionato. Partono forte i Lions (orfani di 12 giocatori rispetto allo scudetto dello scorso anno) che ricoprono un fumble con il LB Locatelli che si invola e segna i primi punti per il 7-0. Brutto colpo per i Giaguari che perdono nuovamente il pallone e subiscono l’allungo bergamasco, con un TD pass del QB Gabriele Vitali per il suo WR Testa. 13-0. I Giaguari reagiscono, accorciando le distanze sul 13-6, ma ancora i Lions provano lo strappo sull’asse Vitali/Mazzola per il 20-6 che sembra mettere una pietra su chi sia il vincitore. Da qui, il blackout dei bergamaschi. Lo sfrutta immediatamente la squadra torinese intercettando il QB Vitali e riportando il pallone in TD per il 20-13. Nel quarto quarto, battaglia senza confini con anche qualche piccolo infortunio, ma i Giaguari riescono nel loro intento, pareggiano sul 20-20 costringendo il match all’overtime. La lotta continua, senza sosta, fino al 6° overtime dove (alle 21.45, con partita iniziata alle 16.45) William Testa centra i pali con il field goal della vittoria per i Lions, che continuano il loro percorso di sole vittorie ma questa volta affrontando un team, i Giaguari, che ha venduto cara la pelle.

Redskins Verona 14 – Saints Padova 36

Unica vittoria in trasferta quella dei Saints, in uno dei classici del football americano del Nord-Est tra due squadre in piena rivoluzione per quanto riguarda le giovanili. Match che inizia con una piccola fase di studio, interrotta dal 7-0 dei Saints a metà primo quarto, per poi allungare nuovamente nel secondo. I Redskins provano a rientrare in partita all’inizio della seconda frazione di gioco, ma i Saints riprendono il controllo con altre due segnature per il 36-7. Vano per il risultato, ma buona la tenacia dei veronesi che segnano un’altra meta per il 36-14 finale.

Grizzlies Roma 36 – Napoli 82ers 13

Match interessante nel “girone sud”, tra i Grizzlies Roma e il ritorno nelle giovanili di una squadra di Napoli, questa volta gli 82ers. Partono subito forte i romani, molto più esperti e preparati, e con un fumble ricoperto e riportato in TD da Prislei il risultato si porta sul 8-0. Non si accontentano i Grizzlies, che con una qb sneak di Amodio vanno sul 14-0, con trasformazione sbagliata. A pochi minuti dall’inizio del secondo quarto, Amodio lancia per Faccini per il 20-0. Da qui, un principio di reazione della difesa dei napoletani che recuperano un fumble che Belotti riporta fino alla linea di meta per il 20-7. Amodio aumenta subito le distanze con una corsa personale per il 26-7 che chiude il primo tempo. Al ritorno in campo è ancora Belotti a portare dei punti a Napoli, con un fumble ricoperto e riportato per il 26-13. Troppo tardi però per recuperare, nel quarto quarto i Grizzlies segnano nuovamente con Faccini su lancio di Amodio, prima della safety di Zerunian che chiude i conti sul 36-13 finale.

 

Foto di Chiara de Falco

 

classifica u19 week1









Ultime News

To Top