IL PRIMO MAGAZINE DEL FOOTBALL ITALIANO DALLA A ALL'END ZONE
Junior

U13, emozioni al 2° Bowl Sud

Foto: Carlo Calabrò

In una splendida giornata prenatalizia, luminosa e tersa, Firenze si riscatta dal maltempo del primo bowl e ci regala una magnifica giornata di sport e divertimento. I Duchi di Ferrara, la Legio XIII ed i Guelfi di Firenze, danno inizio a questo secondo bowl poi rivelatosi un vero e proprio spettacolo, che assegnerà i due posti per i playoff del campionato Nazionale Under 13 del prossimo 6 gennaio 2017.

Le partite

Duchi Ferrara 45 – 55 Guelfi Firenze
(1° tempo 31 – 28)

Gli ospiti entrano in campo ampiamente motivati e convinti di potercela fare a strappare un risultato positivo nel campo dei Guelfi. Questa volta non ci sono intemperie di sorta a frenare il bel gioco aereo e i passaggi millimetrici del QB dei Duchi. Partono i Duchi in attacco e viaggiano subito fortissimo.

Primi minuti dirompenti da parte dell’offense ospite, con il trio Zucchelli (QB), Brunetti , Ranzani che risulta formidabile. Dopo appena 120 secondi è proprio Brunetti a sbloccare il risultato. Replicano ancora i Duchi un minuto dopo, che a seguito di uno splendido intercetto da parte di Ranzani si portano sul 12 a 0.

I Guelfi sembrano storditi e attoniti. Partita comunque molto muscolosa e veloce, dove si susseguono azioni bellissime da una parte e dall’altra; ma 4 minuti dopo Calabrò per i Guelfi accorcia le distanze: 12 – 6.

Due minuti dopo, da una disattenzione della difesa dei Guelfi, viene realizzato il 3° TD per il 18 a 6. Stupore fra il pubblico di casa, gioia fra gli ospiti, che vedono muovere la palla da parte della loro squadra in maniera esemplare. La defense gigliata registra un po’ i meccanismi e nasce una partita avvincente. Così al 13° i gigliati accorciano nuovamente le distanze, con Scialdone : 18-12. Subito dopo, con una azione velocissima sulla fascia sinistra Santi però fissa lo score sul 24 -12.

Le squadre entrano nel pieno e gli attacchi delle due squadre sono comunque scatenate, infatti è ancora Calabrò, splendidamente coadiuvato da De Caro, Giannoni e Scialdone che fanno un muro intorno a lui, ad andare in TD per il 24 a 18. Ancora a ruota è Pinzauti, imbeccato da Scialdone ad aggiungere i due punti della try: 24 -20.

Ma non c’è tempo di gioire, risalgono in cattedra i Duchi e dopo un lancio spettacolare di Zucchelli di circa 20 yard, Ranzani arpiona il pallone seminando il panico nella “dife” avversaria per il 30 – 20 a cui riesce anche la trasformazione da 1 per il 31 – 20.

La defense dei Guelfi non ci sta e ferma una pericolosa azione dei Duchi con un bel placcaggio di Paciscopi. Successivamente, nei minuti finali, muove palla con Spinelli che imbecca Mansani; contemporaneamente Paciscopi Giannoni e De Caro lo proteggono bene facendo dei blocchi egregi, permettendogli di involarsi in TD, ma gli arbitri annullano per un millimetrico fuori campo. Nel down successivo assistiamo invece ad un’azione dirompente del giovane Pinzauti sempre imbeccato da Spinelli, che va in TD percorrendo 20 yard. Mansani converte la try e siamo sul 31 a 28 per I Duchi.

A pochi secondi dalla fine in end-zone, Santi raccoglie una bomba da 30 Yards dal solito Zucchelli. La palla danza sulle mani, ma alla fine cade. Finisce il primo tempo, lunghissimo e pieno di emozioni: applausi a scena aperta dagli spalti, partita belissima ed avvincente.

Il 2°tempo inizia con i padroni di casa in attacco, il trio Scialdone –Mansani–Pinzauti, confezionano uno schema meraviglioso con cui imbambolano la difesa dei Duchi. Scialdone va a conquistare il suo secondo TD della stagione e  Calabrò trasforma da 1: 35 – 31 e sorpasso.

I Guelfi non si fermano e vengono fuori prepotentemente: Calabrò conquista il suo primo intercetto della giornata, spacca 3 placcaggi consecutivi, percorrendo 30 yards e conquista in meritatissimo TD, portando il risultato sul 41 a 31 e Pinzauti con una corsa dirompente converte la try da 2 per il 43 a 31.

I Duchi accusano e nel giro di 5 minuti prendono un altro TD  con lo “gnometto” guelfo Formosa che fissa il risultato sul 49 a 31. A questo punto mancano pochi minuti alla fine, i guelfotti sentono ormai la vittoria dentro, stanchi e felici lasciano andare le briglie, disunendosi un poco e beccando un altro da TD da Brunetti con try da 1 per il 49 a 38.

Guelfi comunque indomiti, spremono i muscoli e vanno a segno con il “giocoliere” Mansani per il 55 a 38. A pochi secondi Ranzani riceve la solita bomba da Spinelli e deposita l’ovale in end zone e successivamente Brunetti trasforma fissando il risultato definitivo sul 55 a 45. Che partita: 100 punti realizzati.

I guelfi sono in Finale. Ai giovani Duchi, squadra eccellente, basta portare un risultato positivo o comunque perdere con meno di 39 punti di scarto contro la Legio XIII per accedere ai playoff.

Guelfi Firenze 54 – 0 Legio XIII Roma 
(1° tempo 27 – 0)

I Guelfi dopo pochi minuti dalla fine del primo match, scendono in campo per la seconda ed ultima partita del bowl.

La partita inizia subito veloce e il capitano guelfo, Calabrò, decide di innestare il turbo rompendo 5 placcaggi consecutivi e depositando l’ovale in TD. Scialdone trasforma e siamo dopo pochi secondi sul 7 -0.

Gli schemi di Coach Perasole funzionano a meraviglia ed i ragazzi senza tensioni di sorta, portano palla egregiamente senza distrazioni. Spinelli e Calabro’ si trovano ad occhi chiusi, così, in men che non si dica, Calabrò va nuovamente in TD e trasforma anche per il 14 -0.

Subito dopo il giovane CB legionario Lorenzoni evita il peggio placcando egregiamente Mansani, ma è nuovamente l’altro capitano Guelfo, Pinzauti a sbaragliare i difensori avversari andando in TD e poi a trasormare per il 21 -0.

Alla fine del primo tempo, precisamente con l’ultimo snap, Calabrò riceve da Spinelli e con una doppia reverse si invola nella corsi di destra, percorrendo 15 yards e segnando il 27 -0.

La partita riprende con la Legio in attacco che fa vedere delle ottime penetrazioni e dei buonissimi lanci ad opera del loro QB Zampetti. Su uno di essi, Calabrò intercetta per la seconda volta  e si divora  3/4 di campo, depositando l’ovale in TD: 33 -0.

I Legionari, ora un po’ frastornati, beccano il secondo intercetto ad opera di Paciscopi che segna il suo primo TD del torneo per il 40 – 0. Nei minuti conclusivi assistiamo ad un altro intercetto da parte di Pinzauti che si ferma a 5 yards dalla red zone; nel down successivo Mansani arpiona splendidamente l’ovale facendo il giocoliere, ma senza farla cadere, depositandolo in TD: 47 – 0.

A pochi secondi dalla fine è il solito Mansani a siglare la sua propria doppietta e Pinzauti a trasforma da 1 per il risultato definitivo di 54 – 0.

Legio XIII Roma 24 – 44 Duchi Ferrara
(1° tempo 19 – 18)

Partita apparentemente senza storia, ma.. non è così! Colpo di scena: i Legionari riscaldati dalla partita precedente entrano in campo concentratissimi e il loro RB Borzi, penetra sulla sinistra imbeccato ottimamente da Zampetti: 6 – 0.

I duchi, indomiti, ripartono nel migliore dei modi e il figlio d’arte di HC Brunetti, non si fa attendere e deposita per il 6 – 6. Ma è nuovamente la Legio XIII che con un’altra azione meravigliosa Zampetti /Borzi va in TD 12 – 6.

La partita si accende ed è l’asse ferrarese Zucchelli/Brunetti a mettere in chiaro che non sono da meno. Quest’ultimo, ottimamente imbeccato, dopo una galoppata di 30 yards e 4 placchaggi evitati fissa il punteggio sul 12 a 12.

Ma è ancora la Legio XIII che con Andreani opera l’ennesimo sorpasso: 18 – 12. Partita convulsa e accesissima, la Legio spera nel miracolo; i Duchi pero’ non ci stanno. Così Buriani, a pochi sencondi dalla fine, va in TD e poi il “solito” Brunetti trasforma da 1, nuovo sorpasso, Duchi in testa per 19 a 18, finisce il 1°tempo.

Nel 2° tempo però i giovani Legionari crollano e così vengono infilati repentinamente nel giro di 3 minuti da Ranzani e Brunetti e quest’ultimo mette successivamente in opera anche uno splendido intercetto involandosi in TD, fissandoil risultato sul 38 a 18.

Ad un minuto dalla fine è il “folletto” dei Duchi, Santi, ad andare in TD per il 44 a 18. Nei secondi conclusivi con un’impennata d’orgoglio, si destano i Legionari, così c’è ancora gloria per il bravo RB Borzi e per tutta la squadra che ben lo sostiene, mandandolo in TD e portando risultato definitivo sul 44 – 24.

Bilancio

Ebbene, 2° bowl stupendo, caratterizzato da repentini e ripetuti capovolgimenti di fronte e di risultati. Partite entusiasmanti fino alla fine. Le due squadre del girone sud, classificate ai playoff sicuramente ben figureranno alle fasi finali per l’assegnazione del titolo italiano Under 13.

A tale proposito segnaliamo che anche nel girone Nord ci devono essere state scintille, in quanto  i Giaguari si sono presi la loro bella rivincita sui Blitz San Carlo, finendo pertanto a pari record il girone Nord (3 -1), ma per la migliore differenza, al primo posto si sono classificati i Blitz.

Pertanto vi lascio fare i giochi delle partite che vedremo a Firenze.

Classifica Finale Girone Sud

1° Guelfi Firenze 4-0
2° Aquile Ferrara 2-2
3° Legio XIII Roma 0-4

Foto: Carlo Calabrò









Ultime News

To Top