IL PRIMO MAGAZINE DEL FOOTBALL ITALIANO DALLA A ALL'END ZONE
Division II

Seconda Divisione, il riassunto della terza giornata

seconda divisione

Alla terza settimana si comincia a delineare il quadro complessivo della Seconda Divisione. Troppo presto ancora per esprimere giudizi certi sui rapporti di forza del campionato, ma allo stesso tempo ci si inizia a fare un’idea di quali siano le squadre maggiormente attrezzate.

Elephants Catania 33 – 28 Gladiatori Roma

Gara ricca di segnature al “Paolone” di Catania. Siciliani in vantaggio con un calcio di Gulisano, ma il giallorosso Mingoli chiude in end zone due volte per il 14-3 romano, Gulisano avvicina ma comunque il primo tempo sorridendo ai Gladiatori.
Fuochi d’artificio metaforici nelle ultime due frazioni: Caruso e Lombardo realizzano per gli Elephants. I Gladiatori rendono onore al loro nome, non si arrendono e segnano due volte. Siamo ormai sul 28-26 per gli ospiti e negli ultimi secondi succede l’incredibile: lancio dalle 40 di Roma, Corsaro riceve in end zone ed è vittoria per i padroni di casa.

Mad Bulls Barletta 7 – 36 Barbari Roma Nord

I Barbari si riprendono dopo la sconfitta nel derby contro i Gladiatori, Barletta invece non trova la sospirata vittoria. E dire che i Mad Bulls si erano anche guadagnati il vantaggio con Quarta. È un fuoco di paglia, però, perché il romano Di Giorgio si incunea tra le maglie difensive avversarie due volte.
Lo stesso Di Giorgio, nella ripresa, fa la parte del leone, muovendo lo score in altre due occasioni, mentre i padroni di casa non trovano la via della end zone avversaria.

GIRONE-A-3

Storms Pisa 7 – 42 Hogs Reggio Emilia

Gli Hogs si confermano squadra vincente battendo perentoriamente a domicilio gli Storms. Callegati nel primo tempo è incontenibile, passa la goal line tre volte (inframezzate da una di Fiorillo) e fa sì che i suoi chiudano avanti 28-0 all’intervallo.
Buriani con 57 yards e Di Cicco con 69 chiudono i conti. La mercy rule mette tutti d’accordo, prima che Pisa segni l’unico touchdown della sua partita con Fedeli.

Vipers Modena 24 – 16 Red Jackets Sarzana

Modena si prepara alla sentita sfida con la Reggio Emilia nel modo migliore, battendo fra le mura amiche Sarzana. I Vipers partono forte: prima recuperano palla inducendo gli avversari a un fumble, poi segnano con Trenti. I Red Jackets rispondono prontamente: touchdown di Mancuso, azione da due punti di Bachi e sorpassano 8-7. Trenti, sempre lui, si prende sulle spalle i suoi, e su lancio di Barile segna ancora.
È ancora un’azione da otto punti di Sarzana, però, a spingere indietro gli uomini della Ghirlandina, ma il field goal di Leo dà nuovamente il vantaggio ai modenese, e a questo segue il la corsa oltre la goal line di Goldoni. Gli ospiti ci provano fino all’ultimo ma la secondaria gialloblù li neutralizza.

GIRONE-B-3

Warriors Bologna 14 – 10 Braves Bologna

Il primo derby tra guerrieri e lupi vede prevalere i padroni di casa, in una gara tirata, intensa, in cui ognuna delle due squadre ha pensato prima di tutto a mettere in crisi l’avversaria. Il vantaggio è ospite: Ventriglia per Amidei, touchdown e vantaggio ospite. Poi l’uno-due Warriors: prima punt bloccato in end zone seguito dalla safety che vale punti, poi Zanetti viene imbeccato da Scaglia e sigla l’8-7 con cui si va al riposo.
Poche emozioni nel terzo periodo, in quantità industriale nel quarto: field goal di Giacco per il nuovo vantaggio grigio-granata, controsorpasso casalingo ancora sull’asse Scaglia-Zanetti, e Braves fermati a due yard dalla segnatura negli ultimi possessi.

Chiefs Ravenna 6 – 0 Ravens Imola

Match tra due squadre che erano entrambe a quota zero nella casella delle vittorie. La spuntano i ravennati, in un incontro che, come si può desumere dallo score finale, ha visto prevalere le difese. Succede tutto nel primo tempo: drive fruttifero, corsa interna di Incesi e touchdown dei padroni di casa.
Nella ripresa gli attacchi si fermano di fronte a difese ben schierate, e pur macinando yard su yard nessuna delle due alla fine sblocca il punteggio.

GIRONE-C-3

Cavaliers Castelfranco 20 – 32 Mastini Verona

I Mastini suggellano il loro convincente inizio di torneo con una vittoria in casa dei Cavaliers, i quali però passano inizialmente in vantaggio: Molinari imbuca la difesa ospite, Zambon lo pesca ed 7-0 con realizzazione annessa. Bozzini, su lancio di Carminati, pareggia poco dopo, e lo stesso Bozzini corre, guadagna un field goal che Mutascio manda a bersaglio.
Castelfranco non ci sta e affonda, con la coppia Zambon-Mazzonetto, ma ancora Mutascio da calcio piazzato accorcia le distanze, mentre Carminati su una corsa da fondista riporta avanti Verona, Venturi su corsa fa +12 e Castelfranco limita i danni grazie a Molinari. O almeno così parrebbe, perché Pavoni e Sebastiani allargano nuovamente il gap fino al triplice fischio.

GIRONE-D-3

Skorpions Varese 21 – 19 Crusaders Cagliari

Cagliari accarezza il sogno ma alla fine sprofonda nell’incubo. Il quarterback sardo Moccia prima corre da solo e segna, poi serve Pisu per il raddoppio. Non basta: due errori marchiani e Varese pareggia.
Nella ripresa arriva addirittura il vantaggio dei padroni di casa, subito impattato da Moccia che innesca l’attacco portando al touchdown. Sbagliata però la trasformazione decisiva da due punti, e visto il successivo dominio delle retroguardie si può dire siano proprio quelli i punti che mancano alla fine ai sardi.

Blue Storm Busto Arsizio 13 – 0 Gorillas Varese

Busto Arsizio regola tra le mura amiche i Gorillas e conferma il buon avvio di stagione. Le segnature vengono firmate entrambe nei primi due quarti. La prima reca la firma di Dotti su assist di Fimiani, la seconda invece è un soliloquio di quest’ultimo.
I Gorillas non sono arrivati oltre al mettere pressione alla difesa avversaria, traducibile in down avversari non convertiti e palloni recuperati. L’impressione, comunque, è positiva.

GIRONE-F-3

 Articolo a cura di Luigi Ercolani









Ultime News

To Top