IL PRIMO MAGAZINE DEL FOOTBALL ITALIANO DALLA A ALL'END ZONE
Division II

Seconda Divisione, il riassunto della prima giornata

seconda divisione, silverbowl

E’ bastata solo una giornata per far crollare quasi tutte le convinzioni di inizio campionato di seconda divisione. Seppure le favorite abbiano vinto in tutti i campi, non si sono verificati degli shoutout totali. Come ogni anno per ogni divisione, vi presentiamo il primo recap della stagione. Match per match, le info più importanti.

GLADIATORI ROMA 36 – 6 MAD BULLS BARLETTA

Ottimo risultato per i Gladiatori Roma, sicuramente rinforzati rispetto allo scorso anno, contro i debuttanti Mad Bulls Barletta. E’ bastato poco più di due quarti per chiudere la questione vittoria. E’ infatti Simone Mingoli a trovare Capra per il primo TD pass di giornata. Il QB romano si ripete poco dopo, questa volta su Giannetta per il 14-0 del primo quarto. La difesa dei Gladiatori non concede nulla ai pugliesi, anzi riconsegna il possesso alla propria offense che non si lascia scappare l’occasione e firma il terzo TD, questa volta con una corsa di Alivernini per il 21-0, che sarà anche il risultato della prima metà di gara.

Al rientro in campo, Mingoli trova ancora Capra per il 28-0, che coincide anche con un piccolo rallentamento dei romani. Complice anche il cambio in cabina di regia, arriva il primo intercetto per l’offense di coach Bozzarini, al quale segue il primo e unico TD dei Mad Bulls, non trasformato per il 26-6. C’è ancora il tempo per un’ultima meta, ancora con un TD pass ma questa volta di Forstrer per Giannetta per il definitivo 36-6. Per i Gladiatori un buon inizio, condito da qualche errore ma con un’ottima prestazione generale. Per i Mad Bulls, alla prima partita ufficiale a 11, la certezza che questo è il campionato che gli compete.

GIRONE-A-1

STORMS PISA 15 – 22 VIPERS MODENA

Prima storica vittoria per i Vipers Modena in seconda divisione, dopo averla sfiorata lo scorso anno. Nel primo match contro gli Storms, arrivati ai playoff nel 2016, i canarini inseguono e poi ribaltano il risultato al termine di un incontro interessante. Sono però i pisani a portarsi in vantaggio, con un field goal all’inizio del primo quarto che muove il risultato sul 3-0. Modena reagisce alla grande con un TD pass di Barile su Grazia. Prima della fine del primo tempo, le due squadre iniziano un ping pong di segnature. Partono gli Storms, che si riportano in vantaggio fino al drive successivo, dove i Vipers li risuperano. A pochi secondi dall’intervallo, Fedeli si invola con una corsa personale per il 15-14.

Nella seconda frazione le difese salgono di tono e per tutto il terzo quarto non ci sono segnature. I Vipers però ne hanno di più e spinti dalla wing-t di coach Lazzaretti, in grado di stancare quasi tutte le difese, riescono a trovare il varco in chiusura di partita e trasformare da 2 per mettere un possesso pieno tra le due squadre. C’è ancora tempo per ultimo assalto, ma la difesa di coach Toni Mangiafico sale in cattedra e chiude la questione, regalando la vittoria agli emiliani.

GIRONE-B-1

RAVENS IMOLA 0 – 14 WARRIORS BOLOGNA

Derby bolognese sentitissimo, forse fin troppo. E’ stato infatti un match caratterizzato da tanto nervosismo e una incredibile quantità di errori quello giocatosi a Riolo Terme tra i Warriors e i Ravens. Nonostante i guerrieri fossero sicuramente favoriti dal pronostico, alcuni gravi problemi a livello offensivo e la tenacia dei viola non hanno permesso all’incontro di sbloccarsi per i primi tre quarti. Anzi, i Ravens hanno rischiato più volte di andare a segno per primi. Si sono dovuti scontrare però con l’arcigna difesa bolognese che sotto i colpi della Defensive Line ha contenuto ogni avanzata. Nel quarto quarto, il maggior potenziale dei Warriors si è fatto sentire e Nicolò Scaglia ha potuto trovare i suoi ricevitori preferiti Capogrosso e Zanetti (con lui anche lo scorso anno in prima divisione con le Aquile Ferrara) e chiudere i conti.

Per i Ravens una grande iniezione di fiducia, con il QB Guidi (alla prima apparizione ufficiale) che ha retto bene il compito e una difesa che ha contrastato in tutti i modi le frecce bolognesi. Per i Warriors invece un inizio forse meno scoppiettante del previsto, ma con una vittoria comunque fondamentale.

CHIEFS RAVENNA 12 – 36 BRAVES BOLOGNA

Buona la prima per il neonato team bolognese. Sul campo dei Chiefs Ravenna i lupi raccolgono il primo successo con un match convincente che li ha visti condurre dal primo all’ultimo minuto. E’ proprio in avvio di partita che Zanara segna con una corsa personale, anche se Fiumana riceve un passaggio di Malta e riporta vicino i romagnoli sul 6-8. Da quel momento, è stato un Ventriglia-show. Il QB bolognese (ex Marines Lazio) ha dato spettacolo con 2 TD pass devastanti, il primo su Biagini e il secondo su Amidei, questo di quasi 80 yard tra lancio, ricezione e corsa personale del WR. Il match sembra già concluso, ed è ancora il QB bolognese ad approfittarne portando a 3 i suoi TD pass, questa volta su Simone Ferri per il 29-6 che chiude il primo tempo.

Il secondo tempo è segnato dall’amministrazione del punteggio da parte dei Braves, che subiscono un TD in chiusura di terzo quarto, ma rispondono immediatamente ancora con Amidei su passaggio del MVP Ventriglia. Il risultato finale dice 36-12 per il team in trasferta, che non poteva iniziare meglio il suo percorso e che è chiamato a ripetersi nella prossima giornata contro gli agguerriti Ravens Imola.

GIRONE-C-1

KNIGHTS SANT’AGATA 6 – 28 CAVALIERS CASTELFRANCO

Sconfitta interna per i neopromossi Knights, guidati in attacco dal QB ex-Warriors Bologna Simone Slusarz. I Cavaliers Castelfranco, team veneto in costante crescita sia nella senior sia nelle giovanili, ha condotto l’incontro dall’inizio alla fine, concedendo pochissimo all’attacco bolognese e colpendo quando contava. E’ stata prima la difesa dei Cavaliers a segnare, bloccando un punt e riportandolo fino in TD per lo 0-7 iniziale. I cavalieri non riescono a reagire, anche a causa di alcuni errori importanti in momenti cruciali (ben 2 fumble all’interno della redzone avversaria) e Castelfranco ne approfitta portandosi sullo 0-14. La difesa bolognese fa un discreto lavoro, passando la maggior parte del tempo in campo, ma viene colpita nuovamente in chiusura di primo tempo per lo 0-21.

I Knights provano a reagire nel secondo tempo, riuscendo ad andare in meta in chiusura di terzo quarto con una corsa di Antonino Volpe, non trasformata, per il 6-21. Nonostante i tentativi, i Cavaliers chiudono meritatamente l’incontro con l’ultima segnatura. Il 26-8 per i Cavaliers dimostra ancora di più le ambizioni del team veneto, mentre i Knights possono ritenersi comunque soddisfatti, nonostante i tanti errori, della prestazione contro una delle squadre favorite nel loro debutto in seconda divisione.

MASTINI VERONA 26 – 17 SAINTS PADOVA

Chi si aspettava dei Mastini in versione schiacciasassi si è dovuto ricredere. O, perlomeno, ha vissuto con stupore i primi tre quarti dell’incontro con i Saints Padova. Nel primo match dopo l’ottima campagna acquisti scaligera, sono i padovani a portarsi in vantaggio con un field goal seguito da uno splendido TD pass di 84 yards che mette per lo 0-10 iniziale. I veronesi faticano nel primo tempo e riescono a varcare la endzone solo una volta con una corsa personale del QB Carminati, che chiude la prima parte di gara. Al ritorno in campo la difesa padovana continua a rimanere sugli scudi e questo permette ai Saints di segnare nuovamente su corsa e allungare sul 6-17. Da qui in poi sarà però un monologo dei Mastini.

Prima Mutascio corre per 65yards fino alla endzone avversaria per accorciare il risultato, che verrà definitivamente ribaltato da Federico Guarella per il 20-17 per i padroni di casa. Padova è sotto shock e non riesce a reagire, ne approfittano nuovamente i veronesi con un altro TD che chiude definitivamente i conti sul risultato di 26-17. Match forse più duro del previsto per i Mastini, che dimostra (se ancora ce ne fosse bisogno) l’assoluta incertezza che regnerà per tutto il campionato di seconda divisione.

GIRONE-D-1

BLACK BILLS PIEMONTE 44 – 14 BENGALS BRESCIA

Buona la prima per il team nato dalla fusione tra i Blacks Rivoli e i Bills Cavallermaggiore. Per gli uomini di coach Mel Galli, tornato in Italia proprio dopo l’esperienza con i Bills, una match mai in discussione giocato con ordine. Eppure il match era iniziato con un sostanziale equilibrio, segno che il lavoro dei Bengals è comunque buono e possa portare a soddisfazioni in tempi brevi. Al primo lampo piemontese, rispondono subito i bresciani con un TD non trasformato per il 7-6. I BlackBills riallungano lo score con un TD di Testa e contengono il QB bresciano con 2 sack, prima che Zucco riceva un altro pallone e porti il risultato sul 22-6.

Dopo l’intervallo, i Bengals provano a tornare sotto e riescono ad andare a segno con una corsa di Cristiano, dopo un bel lancio del QB Tinti per circa 40 yard. Il QB piemontese Giachino non si perde d’animo e prima consegna lo sferoide prolato al proprio RB che si invola in endzone, poi trova nuovamente Testa che segna il TD del per il 36-12. Dopo questo duro colpo, Brescia non riesce più a reagire mentre i BlackBills firmano altri 8 punti con una corsa e una safety difensiva.

DAEMONS CERNUSCO 21 – 3 HAMMERS MONZA-BRIANZA

Derby lombardo tra i Daemons e gli Hammers, per un match che ha visto ottime difese e attacchi ancora da registrare. Buona la partenza dei Daemons, che trovano il vantaggio in avvio di secondo quarto grazie alla corsa di Lorin Mema per il 7-0 iniziale. Come ormai da qualche anno, la difesa di Cernusco è tra le migliori di tutto il campionato di seconda divisione e anche in questo match non smettono di dimostrarlo. Gli Hammers infatti non riescono mai a trovare la vita del TD, sempre ben fermati dalla retroguardia dei demoni. Gli attacchi continuano comunque a faticare e il primo tempo si chiude sul 7-0 per i padroni di casa.

Dopo l’intervallo, un fumble forzato da Mema (schierato in doppio ruolo), permette di recuperare il pallone in posizione favorevole che permette al QB Crimella di involarsi al secondo TD con una QB Sneak per il 14-0. Anche i brianzoli timbrano il cartellino con un calcio da 3 punti, ma non riescono a fermare Crimella che trova Petreni con un TD pass per il definitivo 21-3 che chiude l’incontro.

GIRONE-E-1









Ultime News

Il primo magazine del Football Italiano dalla A all'End Zone.

Disclaimer

IFL Magazine (da qui in avanti chiamato “sito”) non è una testata giornalistica ed ai sensi della Legge n. 62 del 7.03.2001, non può considerarsi un prodotto editoriale. Qualsiasi logo, marchio, brand, sigla, trade mark o immagine riportata sul sito e non appartenente in maniera esplicita a quest’ultimo, sono protetti dalla normativa vigente relativa ai marchi, la proprietà intellettuale e/o il copyright (Direttiva 2004/48/CE, Legge 633/22-04-1941, Dlgs 30/2005) e appartengono pertanto ai rispettivi proprietari. L’utilizzo delle immagini sul sito segue le norme del fair use. Per ogni immagine utilizzata sarà citata la fonte. Se i proprietari di tali immagini ne desiderassero la rimozione, li invitiamo a contattarci all’indirizzo redazione@iflmagazine.it, al fine di poterle rimuovere nei più brevi tempi possibili. Tutti i contenuti di questo sito sono di proprietà intellettuale dei rispettivi autori, e sono soggetti a ‘Riproduzione Riservata’. Ai sensi della Legge 633/41, se ne vieta la riproduzione, anche parziale, senza l’esplicita autorizzazione scritta dell’autore.

Team

Coordinatore: Simone Mingoli Vice Coordinatore: Giovanni Ganci Contributori: Luca Correnti, Tony Federico, Ganci, Andrea Ghezzi, Simone Mingoli, Andrea Mirenda, Rendall Narciso Grafica: Paolo Re, Battista Battino Infografiche: Battista Battino Contenuti Fotografici: Coordinatore IFL Mag TV: Andrea Ghezzi Contenuti Video: Andrea Ghezzi, Andrea Gaia Re Coordinatore IFL Mag Radio: Andrea Ghezzi Contenuti Radio: Andrea Ghezzi, Giovanni Ganci, Andrea Mirenda, Luca Correnti, Simone Paschetto Webmaster: Rendall Narciso Infrastrutture: CAGE7 Partners: #ASSOFOOTBALL, Dalsport74

Per informazioni e contatti scrivi a: redazione@iflmagazine.it

Copyright © 2016 IFL Magazine - #ASSOFOOTBALL

To Top