IL PRIMO MAGAZINE DEL FOOTBALL ITALIANO DALLA A ALL'END ZONE
Division I

Rhinos VS Seamen, Milano pronta per un Derby storico

IMG_2310

Il campionato è appena iniziato, si stanno già delineando le probabili divisioni tra chi lotta per le prime posizioni, chi è vicino ad un posto ai playoff e chi dovrà lottare per non retrocedere. Ci sono alcune partite, però, che sarebbero importanti anche se tra prima ed ultima classificata. Se poi a scontrarsi sono le squadre a punteggio pieno, con una rivalità incredibile e provenienti dalla stessa città, lo spettacolo è garantito. Già questo dovrebbe bastare per non perdere il derby Rhinos Milano contro Seamen Milano, in diretta su FIDAF TV.

Ma come si presentano i due team alla vigilia dell’inizio delle ostilità?

RHINOS, UN INIZIO BASATO SULLA DIFESA

E’ inutile negarlo, l’assenza di Nick Ricciardulli ha modificato il gameplan dei rinoceronti. Se nel 2016 le difese sono state confuse da un attacco in grado di correre con medie di yard semplicemente incredibili, che permetteva al QB TJ Pryor di lanciare meno di 20 volte a partita praticamente senza pressione, l’inizio di campionato dei Rhinos ha mostrato un’offense più equilibrata. Giacomo Querzola e il reparto runningback hanno tenuto bene il campo contro i Dolphins Ancona nella prima giornata, mentre hanno fatto più fatica contro i Panthers. Il reparto ricevitori è probabilmente il più completo in Italia e anche grazie a questo (sopratutto alla prestazione di Giacomo Bonanno), il team di coach Ault ha portato a casa l’incontro con gli emiliani.

La piacevole “sorpresa” per la dirigenza neroarancio è il grande passo avanti della difesa, guidata quest’anno da Coach Lorandi (ex di giornata, e nemmeno l’unico). Quella che nella scorsa stagione ha vissuto di alti e bassi, sopratutto sulla pressione sul QB e nella secondaria, è diventata quasi perfetta sulle corse (solo 54 yard subite in due partite), oltre a migliorare sui passaggi con un Giuseppe della Vecchia cresciuto esponenzialmente. La grande profondità del roster dei Rhinos, inoltre, permette di variare fronti e personale in continuazione, avendo costantemente tanta esperienza sul gridiron.

SEAMEN, BELLI E CONCRETI

Un ottimo inizio per gli uomini di Coach Tony Addona, subentrato a Paolo Mutti per questa stagione. Dopo le prime tre partite, portate a casa senza troppi problemi (l’unica micro preoccupazione nel primo tempo contro i Lions Bergamo), i marinai sembrano essere molto ben rodati. L’oriundo Luke Zahradka, grazie alle proprie capacità da pocket passer, può mettere in mostra il potenziale dell’ottimo reparto ricevitori della sua squadra, in cui si inserisce perfettamente l’americano Reece Horn apparso in alcune situazioni totalmente fuori categoria. Marchio di fabbrica dei blue navy rimane però il gioco di corsa, con Bonaparte, Binda, ma sopratutto Raffaele a garantire grandi guadagni di yard in tutte le occasioni.

La difesa ha aggiunto una pedina importante in Lorenzo Dalle Piagge, defensive end della nazionale, che ha permesso il passaggio ad un fronte quattro in una defensive line di assoluto livello. Ottimo il reparto lineback, molto profondo ed adattabile ad ogni situazione e in grado di gestire sia team improntati sui passaggi, sia i run-oriented grazie ad un buon mix di peso e velocità. Le uniche pecche, arrivate comunque in situazioni in cui il risultato degli incontri era già acquisito, sono riscontrabili sulla secondaria sopratutto sul profondo. Difficile comunque trovare veri punti deboli di questa difesa, anche perchè a svolgere il ruolo di condottiero troviamo Paul Morant, in una condizione esaltante e autore di vari highlight nelle precedenti partite.
Difficile quindi effettuare un pronostico, è possibile però individuare delle situazioni secondo cui uno o l’altro team potrebbero trovare un vantaggio.

VINCONO I RHINOS SE…

Offensivamente, i rinoceronti sono obbligati ad imporre il proprio gioco di corsa. Seppure difficilmente sarà il punto focale del gameplan di Pryor e compagni, riuscire a correre con buona efficacia potrebbe aprire spazi per il loro potenziale aereo. Tommaso Finadri, Giacomo Bonanno, Gabriele Arioli e Tommaso Pozzebon (solo per citarne alcuni) sono semplicemente troppi per essere costantemente coperti dai defensive back se gli stessi dovessero pensare anche a contenere Querzola. E non dimentichiamoci di quando si mettono in moto le gambe di TJ Pryor..

In difesa, il maggiore rischio sono sicuramente le corse di Raffaele. Seppure veloce e tecnico, il fronte difensivo dei Rhinos non ha il peso dalla sua parte e considerata la forza fisica della O-line dei marinai le scelte potrebbero vertire su un gioco semplice ma di pura potenza. Se dovessero riuscire a fermare questa strategia, i Seamen sarebbero costretti a lanciare maggiormente, rischiando di subire sack dall’asfissiante pressione di Alessandro Cerbone, Roman Vikhnin e il resto della linea di difesa milanese.

VINCONO I SEAMEN SE..

Bonaparte, Binda e Raffaele sono il migliore trio di runningback della prima divisione. Proprio perchè così diversi tra loro, potrebbero imporsi e confondere il sistema difensivo dei Rhinos. Zahradka dovrà cercare di essere il più possibile preciso e forzare il meno possibile, evitando il rischio di sanguinosi intercetti e fidarsi delle capacità dei suoi ricevitori di chiudere anche i down difficili.

Difensivamente, i Seamen dovranno provare a mettere in crisi la linea d’attacco, costringendo Pryor a scelte veloci e contenerne il più possibile le sfuriate personali. Le giocate personali in blitz di linebacker come Kevin Khay possono cogliere di sorpresa chiunque in qualsiasi momento, mentre Morant dovrà continuare la sua onnipresenza in ogni azione difensiva della sua squadra.

Non è il primo derby milanese e non sarà l’ultimo, ma mai come quest’anno le due formazioni si equivalgono, rendendo l’attesa snervante per vedere il meglio che il nostro football possa offrire. La diretta su Fidaf TV, i valori dei giocatori in campo e la rivalità storica condiscono un evento ancora più sentito della semifinale dello scorso anno.

Ci sono partite che non si possono perdere, Rhinos Milano contro Seamen Milano del campionato di Prima Divisione 2017 è una di queste. E come sempre, che vinca il migliore.









Ultime News

To Top