IL PRIMO MAGAZINE DEL FOOTBALL ITALIANO DALLA A ALL'END ZONE
Division III

Playoff Terza Divisione, le wild card

terza divisione conference semifinali player of the week

Spettacolo, sorprese e conferme nelle partite di wild card, primo turno di playoff della terza divisione.

Si comincia il sabato con la sfida tra Muli triestini e Arieti meneghini che in quel di Pero faticano a regolare le sfuriate di Massaria, ma mantenendo sangue freddo e ordine in campo scavano un solco nel terzo quarto che i giuliani non riescono a ricomporre per il punteggio finale di 42-31.

Nel pomeriggio della domenica si svolgono le restanti sette partite, i Veterans Grosseto faticano più del previsto contro il sodalizio Taranto-Brindisi che dimostra quanto buono sia stato il lavoro di De Bartolomeo e soci, il risultato di 12-6 premia i padroni di casa ma l’anno prossimo sarà difficile per chiunque fare i conti con i Delfini.

La sfida tra le seconde dei rispettivi gironi, Pirates e Islanders si risolve in una vittoria di un certo spessore della ciurma savonese che pur passata in svantaggio regola 26-12 i veneziani e si prepara alla scomoda trasferta in casa Sentinels.

La banda Tisma, i Giants Bolzano, spaventa i Redskins Verona per un tempo andando in vantaggio due volte, ma poi la maggior esperienza degli scaligeri ha la meglio anche sull’esuberanza dei ragazzi altoatesini e la partita si chiude sul 29-14.

A Napoli si registra un deciso passo avanti dei Briganti nel livello del proprio gioco con una prestazione convincente in attacco e superlativa in difesa dove l’unica concessione arriva solo sullo scadere. Esperienza negativa per la marea nera Catanzarese che se ne torna in Calabria con la necessità di migliorare il gioco aereo e la gestione delle penalità che troppo spesso hanno regalato yards ai napoletani. Il 32-7 mostra un divario inaspettato alla vigilia ma meritato per i partenopei per quanto si è visto.

Partita dai risvolti assurdi sul Mike Wyatt Field di Ferrara che si chiude sull’irreale punteggio di 43-42 in favore dei Wolverines Piacenza sui padroni di casa delle Aquile che nonostante l’assenza di Paiuscato riescono con l’orgoglio che li contraddistingue ad inseguire i piacentini che capitalizzano gli errori difensivi per trovare quel vantaggio che riescono a difendere fino al fischio finale per una delle sorprese più grosse di giornata.

La sorpresa più grossa arriva da Livorno dove gli Etruschi si ritrovano sotto di un paio di marcature da subito e non riescono a rientrare sui massesi che si portano a casa il secondo scalpo eccellente della stagione dopo i Predatori e si candidano a “mina vagante” ufficiale del torneo. Il risultato di 23-12 in favore dei ragazzi di Lucone Dantimi non lascia spazio a recriminazioni.

A chiudere la giornata la partita più incerta ed entusiasmante della giornata con i Minatori di Cave che, non paghi di aver centrato i playoff, nella loro prima uscita regolano gli Achei Crotone 28-24 dopo un paio di ribaltoni. Il comeback dei laziali, che così dimostrano di avere gli attributi in regola per la postseason, li spedisce ad una succulenta rivincita con gli Steelers ternani che siedono sullo sgabello #1 a sud.

Il campionato di terza divisione non manca mai di regalare grandi emozioni, prossimamente presenteremo le partite dei quarti di finale delle due conference con l’ingresso in gioco delle otto teste di serie.

See you.

Road to Nine Bowl (clicca per ingrandire)

wild card

A cura di Marc Taccone









Ultime News

To Top