IL PRIMO MAGAZINE DEL FOOTBALL ITALIANO DALLA A ALL'END ZONE
Persone

Napoli 82ers, parla il presidente: “Ecco perchè non si è giocato”

napoli

E’ sempre bello parlare di football giocato, ancora di più se di natura giovanile. L’evoluzione del nostro sport dipende infatti dalle “nuove leve” che si si avvicinano al nostro sport affrontando i pregiudizi che lo circondano e, come noi, se ne innamorano. Capita però, e in quest’ultimo periodo sta succedendo purtroppo troppo spesso, che le squadre non riescano a completare le partite. A volte nemmeno ad iniziarle.

Nell’ultimo weekend di campionato Under 19 è successo per ben 2 volte. Ma se ad Ancona era più che pronosticabile (il campo dei Dolphins è stato utilizzato dalla protezione civile per gli aiuti ai luoghi e alle persone soggette al forte terremoto del centro Italia, come indicato qui), era quasi impossibile pensare che per la seconda volta nella stagione i Napoli 82Ers non fossero in grado di fornire le garanzie minime per lo svolgimento della partita.

La prima situazione risale al match contro i Marines Lazio, sospesa sul 0-7 in favore dei laziali. Seguendo le parole del presidente dei campani Nicola Salvi: “Come sempre ho fatto la richiesta dell’ambulanza e ho sentito la responsabile il giorno prima. Tuttavia tutti i numeri e gli indirizzi mail della croce rossa erano cambiati senza nessun preavviso. Risultato, abbiamo aspettato 15 minuti per iniziare l’incontro poi non avendo risposta da nessuno ho contattato un’altra ambulanza che è venuta in 15 minuti. Durante i primi giochi un nostro giocatore è caduto e si è rotto la clavicola, quindi l’ambulanza con ilmedico è andata a portarlo in ospedale. Tuttavia per una interpretazione (poi rivelatasi non esatta) del regolamento l’assenza dell’ambulanza è stata calcolata per totali 45 minuti (quelli di attesa iniziale e quelli per portare il ragazzo all’ospedale), quindi la partita è stata sospesa e poi persa a tavolino.”

Diversa invece il problema dell’ultimo weekend. Ancora Salvi: Il problema gira sempre intorno allo Stadio Collana,il secondo impianto sportivo comunale. È in atto una diatriba tra Regione (proprietaria), il Comune (comodatario sino a fine 2016) e la ATI di imprese tra privati che ha vinto la gara bandita per gestire l’impianto previa realizzazione di importanti lavori di manutenzione. Noi con le under 19 e 16 siamo concessionari per l ‘utilizzo del campo e ci alleniamo lì da 7 anni . Ma ci sono sempre problemi. Venerdì sera alle 20 mi arriva un fax dal comune che comunica l’indisponibilità del campo. Giro subito il fax al commissioner, al designatore ed a Stefano Cicinelli. Sabato mattina ho chiamato ovunque, ma nessun campo era disponibile. L’ultima carta era il campo in via Manzoni dove avevamo già giocato contro i Mad Bulls una amichevole. In buona fede davo per scontato che avendo già giocato non ci fossero problemi di nessun tipo.”

Arrivati allo stadio però i problemi si sono mostrati chiari e di difficile risoluzione. Nonostante il campo fosse stato accorciato e ristretto, a seguito di una deroga del Commissioner e del Giudice sportivo, la ridotta distanza tra le endzone e la recinzione del campo è stata valutata da Crew arbitrale e dagli stessi Grizzlies come troppo pericolosa per la sicurezza dei giocatori. La delusione del presidente Salvi è chiara: “Mi dispiace perché stiamo facendo tutti i sacrifici possibili per far crescere questi ragazzi e ci troviamo a combattere non contro avversari in campo ma contro sfortuna e (anche se legittima) fiscalità nell’applicazione del regolamento. Ho mandato domenica pomeriggio una memoria al giudice sportivo per richiedere ripetizione e spero che a breve mi dia una risposta.”

A chiarire l’opinione dei Grizzlies è il presidente Stefano Cicinelli: “Mi dispiace per la squadra del presidente Nicola Salvi con il quale ho un ottimo rapporto personale, proprio in virtù di questo sarei stato disposto a giocare su un campo di dimensioni ridotte nonostante i nostri coach mi avessero fatto presenti da subito alcune situazioni di particolare rischio. In effetti mancavano le condizioni minime necessarie per evitare che i ragazzi si facessero male e confesso di aver accolto con sollievo la decisione del capo arbitro. Mi è dispiaciuto molto per i nostri ragazzi, soprattutto per coloro che avrebbero esordito da titolari nell’occasione, ed ancora di più per i ragazzi napoletani che non hanno preso bene la decisione degli arbitri e, probabilmente, hanno ritenuto anche noi responsabili della mancata disputa dell’incontro: vorrei che capissero che noi dirigenti ed allenatori facciamo di tutto per farli giocare ma che, prima di tutto, abbiamo la responsabilità di garantire la loro sicurezza evitando, come spesso capita nel nostro paese, di dover poi parlare di tragedie annunciate. Da una parte avrei preferito recuperare la partita domenica prossima, dall’altra la decisione del giudice sportivo ci permetterà di rispettare la nostra programmazione sia in chiave campionato under 19 che per quanto riguarda il torneo interregionale under 16 in cui esordiremo domenica prossima partecipando al “Magic Six Bowl” organizzato dalla Roma Scuola Football, che vedrà la partecipazione, oltre alla squadra di casa ed alla nostra, dei Lazio Marines e degli stessi ’82ers Napoli”

Dispiace vedere come alcune realtà, sopratutto al sud, debbano costantemente combattere contro l’impossibilità di ottenere sicurezze dalle amministrazioni per il corretto svolgimento delle partite. L’importante è che ci siano sempre le condizioni perchè salute e integrità dei ragazzi che scendono in campo non sia in pericolo e in questo caso non ci possono essere deroghe che reggano.

Credevamo e speravamo che la figura del Delegato Regionale potesse aiutare le squadre con informazioni aggiornate e verificate sullo stato di sicurezza degli impianti sportivi e sul loro possibile utilizzo per una partita ufficiale di Campionato, ma vediamo che tranne rare eccezioni questo non avviene.

Vi terremo informati su eventuali sviluppi, sperando che tutti i prossimi incontri possano avere un inizio, uno svolgimento ed una fine.









Ultime News

To Top