IL PRIMO MAGAZINE DEL FOOTBALL ITALIANO DALLA A ALL'END ZONE
Femminile

Le Lionesses Trabia si ritirano dal campionato F3

Lionesses

Una cattiva notizia arriva dal mondo F3: il team delle Lionesses Trabia non parteciperà alla Coppa Italia. Si tratta di qualcosa di più di un buco lasciato nella competizione; qualcosa che potrebbe valere l’esistenza stessa di uno dei già pochi team del mondo del Flag Football Femminile.

Per fare il punto della situazione, abbiamo deciso di parlare con Fonso Genchi. L’ex-allenatore della squadra ci ha spiegato che le ragioni alla base di tale rinuncia sono da rimandare, principalmente, ad una serie di problemi di salute che, da un fronte o dall’altro, si sono abbattuti sullo staff delle Lionesses.

“Il Presidente Enrico Gambino un mese e mezzo fa ha subito un infarto al miocardio ed è vivo per miracolo; praticamente in contemporanea, anche mia madre ha avuto un ictus ischemico al cervello che l’ha resa non autosufficiente. Io ho ritenuto, da suo unico figlio, di dedicarmi a lei h24, lasciando tutto quello che stavo facendo, compreso il flag football”.

Queste spiacevoli notizie, per le quali ci stringiamo – seppure in ritardo – attorno alla squadra, hanno condizionato profondamente la situazione del team, lasciato poi in mano al Coach del team flag maschile, Emanuele Caccia e all’unico dirigente rimasto attivo, Salvo Sorrisi.

Entrambi hanno fatto il massimo per cercare di tenere la squadra a galla; una missione impossibile – ci ha spiegato Genchi – considerando anche come si stavano mettendo le cose anche nel parco giocatrici. L’assenza di una QB, come spesso accade, ha portato ad un primo dubbio di poter partecipare alla Coppa Italia e tale dubbio, poco dopo, si è concretizzato nella scelta di ritirare la squadra dalla competizione.

Anche se per alcuni si tratta di un impegno “di riempimento” dell’attività sportiva, la Coppa Italia dei campionati Flag è a tutti gli effetti un vero e proprio campionato. Come avviene per il Campionato Nazionale, quindi, la rinuncia alla Coppa può essere data in un tempo non inferiore di 60 giorni dall’inizio della competizione. Purtroppo per le Lionesses, tale conferma è stata data dopo quel tempo limite.

Le conseguenze di ciò saranno non solo una multa di euro 1.000, ma anche lo svincolo automatiche di tutte le atlete a pannello Lionesses. Ciò vuol dire che, da questo momento in poi, le atlete potranno tesserarsi presso qualsiasi altra squadra per disputare il prossimo ed i successivi campionati di categoria.

Perdere le atlete oggi, anche se a tutti gli effetti non vi era sicurezza di partecipare alla prossima competizione, significa essere praticamente certi di non poter partecipare al Campionato Nazionale. In altre parole, potrebbe voler dire veder probabilmente finire la squadra stessa. Su questo in particolare si è voluto soffermare Fonso Genchi:

“Come si può pretendere che una società possa partecipare al campionato se tutte le sue atlete vengono svincolate? Sinceramente non lo comprendo. Tanto più che il campionato inizia subito dopo la fine della Coppa Italia. La questione la sollevo non per noi, ma per il futuro. Forse non si era previsto il caso di una ‘doppia competizione’ nel corso dello stesso anno”.

Parlando del futuro delle ormai ex-atlete delle Lionesses, Genchi ha poi aggiunto:

“Per quanto riguarda le nostre atlete, ci è stato chiesto di favorire comunque la presenza di una squadra al posto nostro; ci siamo attivati in varie maniere e penso che si tessereranno per un altra società che provvederà, mi auguro per loro e per le esigenze del campionato, a farle disputare il campionato AF3 2017”.

La speranza, ovviamente, è che una squadra di F3 non si debba cancellare dalle liste delle squadre in attività nei prossimi anni. Noi, vi terremo informati.

Foto di copertina: Luca Ferrito









Ultime News

To Top