IL PRIMO MAGAZINE DEL FOOTBALL ITALIANO DALLA A ALL'END ZONE
Persone

Parla Knight: “KPRO 2k17, l’eccellenza del Made in Italy”

kpro

If you look good, you feel good. If you feel good you play good

 

Questa frase di Deion Sanders, storico CB della NFL, è stata la prima sensazione passata nella testa dei tanti partecipanti alla presentazione delle divise e dei prodotti KPRO, a cura del proprietario del brand John Knight.

Proprio all’inizio delle stagioni giovanili, che coincide con gli ultimi dettagli per le senior, KPRO ha deciso di mostrare le proprie capacità al pubblico dei team italiani, siano essi di prima, seconda o terza divisione. A partire da una dettagliata spiegazione delle materie prime e macchinari utilizzati, alcuni molto rari per il mercato italiano (ad esempio, la stampante a 16 colori), proseguendo con un pizzico di storia e dei successi che ha permesso a SewWhat, proprietaria del marchio Kpro, di diventare una grande realtà nell’abbigliamento tecnico sportivo. Le collaborazioni con colossi come Nike, il team Gresini di MotoGP, la Fortitudo Pallacanestro e tanti altri, sono solo la punta dell’iceberg di questa azienda che fa vanto del proprio Made in Italy, anzi Made in Bologna.

knight

Di fronte a una ricca platea di presidenti e rappresentanti di squadre italiane, e anche qualche VIP (nella foto in alto, il presidente IFL Enrico Mambelli), John Knight ha mostrato la qualità dei materiali utilizzati, totalmente comparabili a quelli dei brand più blasonati e alcune divise-tipo della nuova collezione. La totale personalizzazione sia sui tessuti sia nei particolari della maglia da gioco creano una possibilità unica nel panorama del football italiano, di concretizzare e sviluppare l’immagine di ogni squadra, che potrà inserire i propri “marchi di fabbrica” nella jersey.

I risultati ricordano da vicino ciò che abitualmente vediamo nei campi dei college americani e può essere un vero aiuto per lo sviluppo del “prodotto football”, sfruttando anche dei testimonial d’impatto (su tutti Domenico Carroli, Federico Forlai, Paolo Ricchiuti, ma anche Alessandro Vergani,Tommaso Finadri e Giacomo Bonanno, tutti membri del Blue Team) del nostro sport. Inoltre, KPro ha già espanso i propri orizzonti, diventando sponsor tecnico della Nazionale di Pallavolo maschile alle ultime Olimpiadi di Rio.

In fondo, il sogno di ogni ragazzo che si avvicina al football americano (ma a qualsiasi sport) è di vestire la maglia della prima squadra. Se poi questa è bella, resistente, personalizzata beh..ancora meglio!









Ultime News

To Top