IL PRIMO MAGAZINE DEL FOOTBALL ITALIANO DALLA A ALL'END ZONE
Interviste

Intervista a Giorgio Gerbaldi HC della Nazionale maschile di Flag Football

Intervista a Coach Giorgio Gerbaldi HC della Nazionale maschile di Flag Football

Lo scorso week end, Roma è stata il punto di ritrovo della Nazionale italiana maschile di Flag Football. Dopo il grande Mondiale di Grosseto, che lo scorso settembre ha portato il tricolore in terza posizione nella disciplina dietro a Messico e Stati Uniti, è stata la prima volta che la squadra si è riunita per preparare i prossimi Europei. E se squadra vincente, ma soprattutto Coach vincente, non si cambia, è ancora Giorgio Gerbaldi ad occuparsi della conduzione della squadra. Quello di Roma è stato un raduno importante, anche perché diversi nuovi atleti vi anno preso parte per essere eventualmente selezionati per la prossima competizione internazionale. Abbiamo per questo pensato di intervistare il capo allenatore della squadra. Per pubblicare le sue parole, nessun miglior giorno di oggi, data in cui avranno inizio gli Elite Bowl del campionato italiano di Flag Football (LIFF) in quel di Ferrara.


Ciao Coach Gerbaldi! Grazie per essere con noi oggi.

Prego. Anzi, grazie a voi.

Vogliamo iniziare con il chiederti come hai visto la squadra al raduno romano!

Bene! Anche se voglio dirlo con prudenza, ho notato come al solito un impegno enorme ed incondizionato dei ragazzi nonostante le temperature elevatissime del raduno su due giorni che è stato decisamente impegnativo. Chiaramente siamolontani, ad oggi, dal livello che mi auguro raggiungeremo a settembre per gli Europei, ma ho visto una gran voglia di far bene ed una grande determinazione da parte di tutti i ragazzi e dello staff di supporto. Si respirava davvero una bellissima atmosfera.

Ti andrebbe di parlarci dei nuovi convocati e di dirci se prevedi cambiamenti rispetto alla rosa del Mondiale?

Non ho piacere di parlare dei singoli ad oggi, ma giocoforza per delle possibili assenze importanti (Santagostino, Polidori, Fanini) ho voluto provare nuove soluzioni. Devo dire che i “nuovi” si sono integrati benissimo nel sistema, seppur ciascuno con le sue caratteristiche si sono adattati in modo esemplare al sistema di gioco e comportamentale della nazionale. Devo dire che oltre a provare a garantire continuità rispetto al passato, in questo raduno ho cercato di gettare le basi anche per le Nazionali del futuro, inserendo giovani promettenti da affiancare a veterani affermati.

In questo senso possiamo considerare l’aver convocato nomi nuovi è indice di un miglioramento del movimento?

Direi di si, ho notato alcuni ottimi giocatori giovani che son usciti nell’ultimo anno. Mi auguro che si confermino nel tempo per contribuire a far crescere il livello del flag football in italia, che con il tempo sta migliorando, un pochino grazie anche alle esperienze di questa Nazionale ed al tasso tecnico che i vari giocatori presenti ai raduni ed alle competizioni internazionali, possono poi portare nelle loro squadre di club.

Quale sarà il programma di questa Nazionale da oggi alla prossima competizione internazionale?

È previsto un mini-raduno pre-estivo oggi stesso (sabato 25 luglio) a Ferrara. Al camp vi saranno altri nomi nuovi, son curioso di valutarne l’inserimento e contento di coinvolgere più squadre del panorama nazionale. Poi a settembre, in occasione del bowl di Cervia, vi sarà un altro mini-raduno, l’ultimo prima del raduno pre-partenza per l’Europeo che sarà nei giorni 14 e 15 settembre, con volo alla volta della Spagna il 16 per la competizione.

Per concludere parliamo proprio della prossima competizione: come la vedi?

La vedo di altissimo livello tecnico, con squadre fortissime e consolidate come Austria, Danimarca e Israele, ed altre emergenti e piene di talento come l’Inghilterra e la Francia. Sicuramente anche con le altre sarà una battaglia e spero che arriveremo pronti per giocarcela alla pari con tutte, così com’è stato nell’ultimo triennio. A livello internazionale non ci son partite scontate e quelle che si vincono, si vincono per dettagli tecnici, di organizzazione di gioco e spunti individuali. È per questo che non amo – come nelle passate edizioni – fare pronostici. Sono solo certo che impiegheremo al solito tutto il nostro impegno e tutta la nostra voglia per ben figurare e difendere il tricolore che siamo orgogliosi di indossare sul petto; e vedremo alla fine dove riusciamo ad arrivare senza proclami, che non mi appartengono.

Coach ti ringraziamo infinitamente per aver risposto alle nostre domande e ti auguriamo un in bocca al lupo!

Crepi e ancora grazie per il vostro lavoro!

 

Foto: Simone Mingoli









Ultime News

Il primo magazine del Football Italiano dalla A all'End Zone.

Disclaimer

IFL Magazine (da qui in avanti chiamato “sito”) non è una testata giornalistica ed ai sensi della Legge n. 62 del 7.03.2001, non può considerarsi un prodotto editoriale. Qualsiasi logo, marchio, brand, sigla, trade mark o immagine riportata sul sito e non appartenente in maniera esplicita a quest’ultimo, sono protetti dalla normativa vigente relativa ai marchi, la proprietà intellettuale e/o il copyright (Direttiva 2004/48/CE, Legge 633/22-04-1941, Dlgs 30/2005) e appartengono pertanto ai rispettivi proprietari. L’utilizzo delle immagini sul sito segue le norme del fair use. Per ogni immagine utilizzata sarà citata la fonte. Se i proprietari di tali immagini ne desiderassero la rimozione, li invitiamo a contattarci all’indirizzo redazione@iflmagazine.it, al fine di poterle rimuovere nei più brevi tempi possibili. Tutti i contenuti di questo sito sono di proprietà intellettuale dei rispettivi autori, e sono soggetti a ‘Riproduzione Riservata’. Ai sensi della Legge 633/41, se ne vieta la riproduzione, anche parziale, senza l’esplicita autorizzazione scritta dell’autore.

Team

Coordinatore: Simone Mingoli Vice Coordinatore: Giovanni Ganci Contributori: Luca Correnti, Tony Federico, Ganci, Andrea Ghezzi, Simone Mingoli, Andrea Mirenda, Rendall Narciso Grafica: Paolo Re, Battista Battino Infografiche: Battista Battino Contenuti Fotografici: Coordinatore IFL Mag TV: Andrea Ghezzi Contenuti Video: Andrea Ghezzi, Andrea Gaia Re Coordinatore IFL Mag Radio: Andrea Ghezzi Contenuti Radio: Andrea Ghezzi, Giovanni Ganci, Andrea Mirenda, Luca Correnti, Simone Paschetto Webmaster: Rendall Narciso Infrastrutture: CAGE7 Partners: #ASSOFOOTBALL, Dalsport74

Per informazioni e contatti scrivi a: redazione@iflmagazine.it

Copyright © 2016 IFL Magazine - #ASSOFOOTBALL

To Top