IL PRIMO MAGAZINE DEL FOOTBALL ITALIANO DALLA A ALL'END ZONE
IFL Power Rankings

IFL Power Ranking 2016 – Week 3

IFL Power Rankings

Dopo tre giornate si potrà mai tirare già le somme? No di certo, e infatti per ora permangono solo degli indizi, ma non delle vere e proprie prove. Quanto successo nella week 3 non cambia totalmente il power ranking ma di sicuro crea un piccolo sconvolgimento con la seconda battuta d’arresto dei Seamen sul campo dei Lions, che lasciano così la casella delle zero vittorie.

Power Ranking Week 3

#1 Rhinos Milano = – Dopo aver battuto Giants e Panthers, i Rhinos si sbarazzano anche dei Giaguari Torino, che fino a sabato conducevano immacolati il girone Nord. Certo la vittoria (seppur larga) non è stata semplicissima, i torinesi hanno tenuto duro per due quarti, creando non pochi grattacapi, ma alla lunga i Rhinos hanno messo il sigillo. Ora bisogna vedere se riusciranno a tenere il passo fino alla fine.

#2 Panthers Parma ↑ – I Panthers guadagnano il secondo posto più per demeriti altrui che per meriti propri, visto che in questa settimana hanno riposato.

#3 Marines Lazio ↑ – Aspettavamo di vederli all’opera, e la “pappina” rifilata ai Guelfi fa guadagnare il podio ai laziali che hanno assunto le sembianze del rullo compressore. Ok i Guelfi sono ancora a zero punti, ma non sono proprio l’ultima ruota del carro (o almeno, non sembrano esserlo), e una vittoria così prepotente come quella di domenica non lascia spazio a dubbi, i Marines se la giocheranno fino in fondo.

#4 Dolphins Ancona ↑ – Mezzo gradino in meno per i dorici, la vittoria è larga e pesante, l’avversario era imbattuto, ma le Aquile non sono certo pronte per impensierire i Dolphins, almeno non ora. Ancona è alla pari dei Marines, ma ora serve una prova maiuscola.

#5 Lions Bergamo ↑ – Upset pazzesco per i Lions, da fondo classifica a pretendente per un posto al sole. Certo i Seamen di questo inizio stagione non sono il top della IFL, ma batterli non è da tutti, e quindi i leoni bergamaschi hanno tutto il diritto di pensare in grande. Sarà importante verificare la tenuta della difesa, che in questo momento sembra in netto miglioramento.

#6 Giaguari Torino ↓ – Piccola caduta per i Giaguari che a Milano ci lasciano il primato. Partita alla pari almeno per 2 quarti, poi l’attacco si spegne (anche a causa di parecchi errori “insoliti”) e la squadra inizia a subire. Al momento sembrano comunque una delle più in forma del girone Nord insieme a Rhinos e Panthers.

#7 Seamen Milano ↓ – Scivolone per i campioni in carica, la prestazione di Bergamo è insufficiente, l’attacco ha inoltre commesso una sequèla di errori che non fanno parte della squadra capace di vincere due Superbowl (pardon…Italian Bowl) consecutivi. Il tempo per riprendersi c’è, il campionato è lungo, ma servirà molta concentrazione per ritornare in alto, perchè altrimenti il rischio è di trovarsi fuori dai playoff prima del tempo.

#8 Giants Bolzano ↓ – I Giants riposano e per ora scivolano di una posizione, ma solo perchè chi stava dietro è salito molto in alto.

#9 Aquile Ferrara ↓ – Battuta d’arresto prevedibile per le Aquile, Ancona non ha fatto sconti, ma la squadra ferrarese non deve preoccuparsi, i playoff sono assolutamente una certezza.

#10 Grizzlies Roma ↑ – A fatica ma i Grizzlies lasciano l’ultima posizione ai Warriors. La vittoria è piuttosto netta (20-9), ma solo nel risultato. Ora servirà molto lavoro per cercare di recuperare il terreno perso, e magari giocarsi la carta playoff contro i Guelfi.

#11 Guelfi Firenze ↓ – I Guelfi questa volta vengono sotterrati da una delle big del girone Sud, ma da questa squadra ci si aspettava qualcosa di più. Il tempo per recuperare c’è, ma se si va troppo avanti, il team toscano rischierà di perdere il treno playoff.

#12 Warriors Bologna ↓ – Cosa si può volere di più dai Warriors? Sono volenterosi e tengono bene il campo, ma è chiaro che saranno la squadra destinata a giocarsi la salvezza ai playout, e se il girone Nord è equilibrato come sembra, è dura che possano mantenere il posto in IFL.









Ultime News

To Top