IL PRIMO MAGAZINE DEL FOOTBALL ITALIANO DALLA A ALL'END ZONE
IFL Power Rankings

IFL Power Ranking 2015 – Week 6

IFL Power Rankings

Finisce anche la sesta giornata di campionato, dove l’unica sorpresa che ha ravvivato un po’ la monotonia di questa stagione, è arrivata da Bologna, dove le Aquile hanno vinto 20-6 il derby emiliano ed hanno rimesso in discussione ogni pronostico su 3° e 4° posto nel girone Sud. Nel girone Nord tutto come da copione, soprattutto quando in campo ci vanno le riserve.

Ma passiamo al power ranking dopo la Week 6:

[dropcap]1[/dropcap]Seamen Milano (5-1) – I marinai sono sempre più primi, non serve un Dally infallibile (5° intercetto in 5 partite) per battere Parma, infatti i milanesi passeggiano e chiudono la partita già nella prima metà. Il finale è un netto 44-3 che la dice lunga su chi ha intenzione di alzare ancora il Gionni Colombo Trophy.


[dropcap]2[/dropcap]Giants Bolzano (5-1) – I Giants mantengono la seconda posizione nel ranking quanto in classifica regolando per 26-6 il fanalino Lions, in una partita comunque equilibrata che non ha visto gli altoatesini dover premere l’acceleratore ma limitarsi a controllare il risultato.


[dropcap]3[/dropcap]Marines Lazio (6-0) – I Marines vincono ma onestamente non possono andare oltre nel ranking, il 70-0 contro i Briganti è pura esercitazione, la partita finisce nel primo quarto (30-0) e si chiude definitivamente all’intervallo (54-0), per fortuna che nel secondo tempo entrano le riserve.


[dropcap]4[/dropcap]Dolphins Ancona (5-1) – Balzo in avanti per i Dolphins che mantengono la scia dei Marines battendo i tenaci Grizzlies che sembrano però essersi spenti via via in questa stagione. La partita rimane equilibrata per due quarti, poi Zahradka ed Harris decidono di chiuderla e i delfini portano a casa la quinta vittoria in stagione.


[dropcap]5[/dropcap]Panthers Parma (4-2) – Difficile valutare obiettivamente questi Panthers, l’involuzione c’è stata, ma presentarsi a Milano senza Papoccia, Canali e soprattutto Monardi (non avendo un backup), non poteva dare altro risultato che una sconfitta. Pare strano vedere a statistica lo ZERO nel passing game per i ducali, eppure è stato così, soli 6 passaggi in tutta la partita, dei quali 5 incompleti e 1 intercetto. Con queste premesse non si vince nulla.


[dropcap]6[/dropcap]Rhinos Milano (3-3) – Rhinos in modalità diesel, la squadra neroarancio vince nettamente a Torino chiudendo la partita a inizio del terzo quarto di gioco, poi spazio alle seconde linee. Se Pryor rimane su questi livelli fino alla fine, non sarà facile fermarli in attacco, per nessuno. La difesa inoltre migliora a vista d’occhio, certo giocavano contro i Giaguari, ma solo nel garbage time si sono allargate le maglie.


[dropcap]7[/dropcap]Warriors Bologna (3-3) – Ci eravamo tanto illusi… i Warriors ricadono nel ranking ma per ora, prendiamo per buona la gran dose di sfortuna della squadra bolognese che perde il derby contro Ferrara in modo netto, almeno nel risultato, lasciandoli ancora un gradino avanti ai rivali, ma dovranno meritarsi questo posto.


[dropcap]8[/dropcap]Aquile Ferrara (2-4) – Gran balzo in alto per le Aquile, un Perkins straordinario consente loro di vincere il derby contro i Warriors e di riaprire addirittura la corsa al terzo posto, altro che quinta forza del girone Sud, se i ferraresi sapranno riconfermarsi, saranno dolori per Warriors e Grizzlies.


[dropcap]9[/dropcap]Grizzlies Roma (2-4) – Sconfitta pronosticata per i Grizzlies che però non offrono un gioco d’attacco all’altezza delle aspettative, solo una fiammata in attacco e tanta difesa, finchè ce la si fa, però nel complesso una squadra in lieve involuzione.


[dropcap]10[/dropcap]Giaguari Torino (1-5) – Tornano giù all’inferno i Giaguari, la sconfitta casalinga coi Rhinos ci poteva stare, quello che non ci si aspettava era che fosse così netta e soprattutto che non ci fosse un minimo di reazione da parte dei gialloneri. Ora tocca difendere la quinta piazza contro i Leoni, 20 punti di margine basteranno?


[dropcap]11[/dropcap]Lions Bergamo (0-6) – Continuano a scendere anche i Lions, che ormai dovranno concentrare tutti i loro sforzi per ribaltare il 20-0 subito dai Giaguari per evitare il playout, anche se visti gli avversari, saranno una formalità.


[dropcap]12[/dropcap]Briganti Napoli (0-6) – 140 punti subiti di due partite, zero fatti, il quarterback americano non c’è più e la squadra partenopea non riesce a mantenere nemmeno più un minimo di unità in campo (per non dire altro), e il risultato è che quest’anno per Napoli è persino peggio che l’anno scorso. Finiranno in fondo e se questa è la realtà, perderanno anche il playout, ma il problema è un altro: tenteranno ancora di farsi ripescare in IFL? Se si, a che pro? Un consiglio ai simpatici Briganti è quello di cominciare da oggi a lavorare su una squadra del futuro, tanto ormai non c’è più nulla da rompere.









Ultime News

To Top