IL PRIMO MAGAZINE DEL FOOTBALL ITALIANO DALLA A ALL'END ZONE
IFL Power Rankings

IFL Power Ranking 2015 – Week 3

IFL Power Rankings

Week 3 IFL che va in archivio con la “sorpresa” (neanche tanto) dei Giants Bolzano che si prendono il primo posto del girone Nord battendo i Panthers Parma.

Nelle altre partite non ci sono sorprese, al massimo solo un po’ di fatica per Dolphins, Seamen e Marines ad avere la meglio dei propri avversari, mentre i Grizzlies vincono in scioltezza contro i Briganti.

Lions e Rhinos hanno riposato, la sfida tra le due squadre lombarde è rinviata al 4 aprile in quel di Bergamo.

Ecco il power ranking dopo la terza giornata

[dropcap]1[/dropcap]Giants Bolzano (3-0)  – Che dire? La “banda” di Argeo Tisma non finisce mai di stupire, gioca così-così la prima giornata (e vince), gioca bene ma fatica alla seconda (e vince) ed infine alla terza battezza una diretta concorrente al titolo (e ovviamente vince). Senza Adams (ancora non al 100%) ecco che anche contro i Panthers si rivede in campo il mostruoso Paul Morant visto contro i Rhinos. Primo posto meritatissimo.


[dropcap]2[/dropcap]Panthers Parma (2-1) – Ovviamente per una che sale ce ne deve essere una che scende. Panthers ridimensionati? Nemmeno per sogno, a Bolzano le attenuanti ci sarebbero (assenze pesanti come quella di Papoccia), ma il passo indietro è dovuto al fatto che i ducali hanno avuto un crollo nel finale passando dal vantaggio alla sconfitta quasi senza reagire. Batterie scariche o scaramanzia contro la perfect season? Mistero della fede.


[dropcap]3[/dropcap]Seamen Milano (2-1)  – Risalgono i Seamen che dopo la falsa partenza a Parma hanno già recuperato posizioni in classifica. Contro Torino la partita si risolve nell’ultimo quarto, anzi a dire il vero a 30 secondi dalla fine del terzo quarto, quando William Palini entra in end zone dopo una corsa da 4 yards e riporta in vantaggio i milanesi per 20-16. L’ultima frazione di gioco è Dally time, con i touchdown pass su Di Tunisi e Raffaele che chiudono definitivamente la partita.


[dropcap]4[/dropcap]Dolphins Ancona (3-0) – Nonostante il record immacolato i Dolphins perdono una posizione nel ranking. Troppo poco un 10-0 contro i Warriors per una squadra, quella marchigiana, che ci aveva abituato a 400-500 yards di total offense. Certo Bologna non è Ferrara, ma la prestazione dell’attacco è al di sotto di quanto ci si aspettasse. Che si siano risparmiati per il big match contro i Marines?


[dropcap]5[/dropcap]Marines Lazio (3-0) – Anche per i Marines vale il discorso “Dolphins”, le statistiche parlano di un dominio dei laziali, ma nella vita reale la partita viene risolta solo a 3 minuti dal termine, quando il 14-14 viene addolcito dal td pass di Dodd per Capra. Nel drive successivo il punteggio viene ulteriormente addolcito da un punt corto di Romagnoli che consente ai Marines di partire dalle 41 delle Aquile e ci pensa Miller a chiudere sul 30-14. Da rivedere contro i Dolphins!


[dropcap]6[/dropcap]Rhinos Milano (1-1) – Non giocano e per il momento non perdono posizioni, poichè tutto ciò che sconvolge il ranking succede ai piani alti.


[dropcap]7[/dropcap]Grizzlies Roma (1-2)  – Un gradino più su per i Grizzlies che vincono contro i Briganti. Seppur Napoli non sia la squadra che in questo momento faccia ranking, la vittoria dei romani è netta, pulita, senza sbavature, nel loro stile, ovvero “corsa-lancio-corsa” e così i romani controllano il gioco e piazzano 26 punti. La difesa subisce qualche big play degli avversari, ma non rischia mai e non prende punti. Meglio di così…


[dropcap]8[/dropcap]Giaguari Torino (0-3) – Giaguari che meriterebbero di salire per la bella prestazione di sabato al Vigorelli, ma lo score dice 0-3 e allora piccolo passo indietro per il team giallonero che comunque, in queste tre partite di campionato è andato via via migliorando. Dopo la partita incolore dell’esordio infatti ha lottato sia contro i Panthers che contro i Seamen quasi ad armi pari, sfiorando il colpaccio.


[dropcap]9[/dropcap]Warriors Bologna (2-1) – Warriors che salgono perchè i Lions hanno riposato, tuttavia è meritata la progressione dei bolognesi che nonostante pungano molto poco in attacco, riescono a contenere l’attacco atomico di Ancona perdendo 10-0 contro una delle candidate alla finale. E ricordiamoci che Bologna gioca “all blue”.


[dropcap]10[/dropcap]Lions Bergamo (0-2)  – Lions fermi ai box per il rinvio della sfida coi Rhinos. Vengono sorpassati temporaneamente dai Warriors.


[dropcap]11[/dropcap]Aquile Ferrara – Penultima posizione per le Aquile Ferrara che nonostante abbiano tenuto il campo, contro i Marines hanno prodotto veramente poco.


[dropcap]12[/dropcap]Briganti Napoli – Ultima piazza consolidata per ora ai Briganti Napoli, la squadra non c’è, Hoffman prende solo botte (altri 5 sack domenica) ed ha una rating disastroso, figlio di un attacco che non riesce a dargli la possibilità di esprimersi. Difficilmente riusciranno a vincere una partita, comunque se la giocheranno contro le Aquile per evitare i playout.

 









Ultime News

To Top