IL PRIMO MAGAZINE DEL FOOTBALL ITALIANO DALLA A ALL'END ZONE
IFL Power Rankings

IFL Power Ranking 2015 – Week 10

IFL Power Rankings

Clamoroso al Cibali!!! Cosi Sandro Ciotti, circa 50 anni fa, commentò la vittoria del Catania sull’Inter nella calcistica serie A, ed oggi lo userò non per introdurre una vittoria clamorosa di qualsivoglia squadra, ma per commentare il contesto generale del campionato IFL, che vive forse una delle annate più equilibrate mai viste.

I Seamen perdono ancora, e perdono il derby coi Rhinos, cioè “la partita”, ma perdono anche la testa del girone Nord, che vede salire i Panthers Parma, vittoriosi per 38-0 a Bergamo contro i Lions, e si riavvicinano pure i Giants che a fatica si sbarazzano dei Giaguari.
Nel girone Sud i Marines cercano con cieca instistenza di ribaltare il ritultato ma ottengono l’effetto contrario e i Dolphins si vendicano della sconfitta dell’andata, anche se per i punti negli scontri diretti non riescono a superare la compagine romana. Sempre nel girone Sud le Aquile vincono nettamente contro i Briganti e si portano ad una sola lunghezza dai playoff, per i quali diventerà vitale la partita coi Grizzlies di settimana prossima. Oggi sono proprio i Romani blu arancio quelli messi meglio, perchè dopo la partita con Ferrara giocheranno a Napoli, quindi vittoria scontata, mentre i Warriors Bologna incontreranno Dolphins e Marines, e quindi pur con una vittoria in più delle inseguitrici, vivranno col fiato sospeso poichè in caso di parità punti, saranno quelli esclusi per via della classifica avulsa.

 

Ma passiamo al power ranking dopo la Week 10:

[dropcap]1[/dropcap]Rhinos Milano (5-3) – Ebbene sì, potrei dire ancora “Clamoroso al Cibali” ma chi ha visto la partita potrà confermare che oggi i Rhinos sembrano, almeno nel girone Nord, la squadra più in forma del momento (confermato anche dalle statistiche generali). Si sbarazzano dei campioni d’Italia in carica senza troppa fatica, con un attacco che macina gioco e punti senza probelmi e senza intoppi (5 volte a segno in 6 drive), e lo fa con una naturalezza che o è figlia di una crescita fenomenale, oppure è indice di una debolezza dell’avversario, e siccome i Seamen sono tutt’altro che deboli, traete pure le conclusioni.


[dropcap]2[/dropcap]Panthers Parma (7-2) – Parma con l’innesto di Martinek (3 td) chiude la pratica Lions in tre quarti, il 38 a 0 è pesantissimo se si considera che i Lions solo 7 giorni prima avevano ribaltato e vinto contro i Seamen per 25 a 21. Tuttavia l’attacco ducale non ha impressionato, Monardi ancora sottotono (solo 7 completi su 18 per poco meno di 100 yards). I Panther oggi sono i primi del girone Nord ma domenica incontreranno i Rhinos al Tardini in una sorta di spareggio, probabile che da questo scontro esca una delle possibili finaliste al Superbowl.


[dropcap]3[/dropcap]Dolphins Ancona (7-1) – Salgono anche i Dolphins, seppur la vittoria con un margine insufficiente non gli permetterà di raggiungere il primo posto, però la condotta di gara del team marchigiano è stata attenta, volevano vincere e l’hanno fatto, capitalizzando al massimo i propri drive, anche se gli episodi hanno fatto la differenza.


[dropcap]4[/dropcap]Marines Lazio (8-1) – Forse un po’ svogliati o forse troppo sicuri di essere i vincitori del girone Sud, i Marines lasciano ad Ancona la partita, che fino a 2 minuti dal termine era in perfetto equilibrio con i romani ad inseguire di 5 punti (37-32) dopo essere stati due volte in vantaggio durante il match. Gli errori si pagano ma ai Marines questa sconfitta non fa più di tanto male, il primo posto è comunque assicurato.


[dropcap]5[/dropcap]Seamen Milano (6-2) – Brutto scivolone nel ranking per la squadra campione d’Italia in carica, ma due sconfitte in campionato e una in coppa a fronte di una sola vittoria (sofferta) contro i Giaguari Torino sono un campanello d’allarme non trascurabile. Contro i Lions il team milanese è crollato a 3 minuti dal termine mentre era in vantaggio per 21 a 6, ma contro i Rhinos non sembra essersi mai ripreso dallo shock, se non in pochi sussulti lanciati da Jonathan Dally che, con defibrillatore in mano, ha cercato in tutti i modi di raddrizzare la partita. Sabato i Seamen incontreranno i Giants, e se dovesse arrivare un’altra sconfitta per i marinai si aprirebbero le porte del quarto posto.


[dropcap]6[/dropcap]Giants Bolzano (6-3) – Pochi, brutti e cattivi, come amavano definirsi qualche anno fa, quando Bolzano esibiva il tricolore sulla maglia, ed oggi quell’orgoglio è stato il volano per il team altoatesino per riuscire a vincere contro i Giaguari una gara piatta, dove ha vinto chi ha sbagliato meno. Di sicuro non sarà così facile a Milano settimana prossima, soprattutto se l’attacco continuerà a girare a corrente alternata.


[dropcap]7[/dropcap]Grizzlies Roma (3-5) – Grizzlies a riposo, si tengono stretta la quarta posizione nel girone e la settima nel ranking, ora ai romani non resta che resistere all’assalto della Aquile che cercheranno di approdare ai playoff dopo la bella vittoria contro Napoli.


[dropcap]8[/dropcap]Lions Bergamo (1-7) – Lions sconfitti 38-0 da Parma, forse una punizione troppo severa per gli orobici, anche se la squadra non gira, soprattutto Mohler che non riesce ad ingranare ed il passing game ne risente pesantemente, ma forse la testa era già a domenica prossima, dove lo scontro contro i Giaguari potrebbe essere decisiso, perchè con una vittoria sarebbe salvezza, ma con una sconfitta sarebbe matematicamente ultimo posto, anche in caso di vittoria a Milano nel recupero.


[dropcap]9[/dropcap]Warriors Bologna (4-4) – I guerrieri sono a riposo e restano la terza forza del girone Sud ma ora è tutto in mano a Grizzlies ed Aquile, perchè i blue di Bologna difficilmente potranno incrementare il bottino contro Marines e Dolphins.


[dropcap]10[/dropcap]Aquile Ferrara (3-6) – Grande vittoria per le Aquile contro i Briganti, ma la partita ormai è poco più di un allenamento, sarà questo week end la vera prova del fuoco, dove i ragazzi guidati da Niccolò Scaglia dovranno dimostrare di valere un posto playoff.


[dropcap]11[/dropcap]Giaguari Torino (1-8) – Torino sconfitta di misura a Bolzano ma non ha mai impensierito più di tanto i Giants, forse anche per i Giaguari la testa era già proiettata allo scontro di domenica a Bergamo, una vittoria darebbe loro la matematica salvezza e conquista della quinta posizione nel girone Nord.


[dropcap]12[/dropcap]Briganti Napoli (0-8) – Ennesima sconfitta per i Briganti, Chitos cerca di tirare avanti la baracca con corse e una manciata di lanci, ma ormai è una lenta agonia. Il playout per i partenopei è certo, la sconfitta nel playout lo è ancora di più.









Ultime News

To Top