IL PRIMO MAGAZINE DEL FOOTBALL ITALIANO DALLA A ALL'END ZONE
Junior

I Panthers dominano fino alla fine, è loro il titolo U16

Dopo una finale U13 di un’intensità spaventosa, a scendere in campo sono le finaliste U16: i Panthers Parma e i Giants Bolzano. Su un campo che ha dimostrato una buona tenuta nonostante la partita di ieri del Blue Team e del bowl U13, le squadre riescono a godere di una temperatura “onesta” che permette di giocare un buon football. Davanti al più che folto pubblico dello stadio Brera di Pero, ecco come si è svolta la finale.

Primo Quarto

Con la palla in mano ai Giants, la partita si apre subito con un turnover per fumble sul quarto tentativo del drive offensivo. Al loro ingresso in campo i Panthers mettono da subito in chiaro di essere venuti per vincere. Palla a Grossi che attacca la sinistra del campo e si invola senza difficoltà fino all’end zone bolzanina (try no-good). Sotto di 6 punti i Giants si complicano sensibilmente la vita a causa di un lancio maldestro di Plattner che risulta in un intercetto di Proulx. Se nel primo drive era bastata una sola azione ai Panthers per arrivare in end-zone, questa volta sono due i tentativi che precedono il secondo TD run di Grossi (try no-good). 12-0 e la palla è di nuovo in mano ai Giants da cui ci si aspetta una reazione degna di loro. Il nuovo drive termina però su un 4° tentativo dopo il quale a tornere in possesso del pallone sono nuovamente i ducali, ed è lì che esce l’orgoglio dei Giganti. La difesa si rende protagonistata di un’ottimo drive che rimette in campo il proprio attacco. Guidati dal loro QB, il quale si incarica a più riprese di correre il pallone, i Giants sembrano finalmente muovere la catena. La continuità trovata però non si concretizza in un TD e sul cambio di campo, la palla è di nuovo in mano ai bianconeri.

Secondo Quarto

Sempre avanti per 12-0, i Panthers hanno per le mani una nuova occasione di allungare a 3 TD il loro vantaggio. I ragazzi di Parma lo sanno e per questo spingono forte sul pedale, prima con le corse di grossi e del QB Rossi, poi con i lanci. Il terzo TD ducale arriva proprio su combinazione aerea tra Rossi e Zatti (try no-good). Il 18 a 0 è un punteggio che inizia ad essere pesante per i rossoblu che, solo sul tabellone squadra ospite, si devono affidare ancora una volta alle giocate del proprio QB. Emblema del drive è il fischio intempestivo dei ref dopo il primo di due fumble consecutivi che avrebbero quasi certamente visto i Panthers ritornare il pallone nella end-zone avversaria. Portati i Giants sul quarto tentativo, i bianco neri devono accontentarsi di riprendere la palla grazie al punt virtuale per dare vita ad un nuovo drive. Il gioco delle pantere, che si sviluppa prevalentemente grazie alle corse di Grossi, appare solido. la media di guadagno offensivo, è paurosamente costante e non stupisce vedere il quarto TD della partita. A varcare l’end-zone di Bolzano su corsa personale, questa volta è il QB, Rossi, poi protagonista anche della prima realizzazione trasformata della partita. Sul parziale di 26-0 arriva anche l’avviso dei due minuti. I Giants continuano a commettere molti errori sullo snap, ma proprio da uno di essi arriva la loro prima marcatura. È Plattner a raccogliere il pallone alzare la testa e trovare la via del TD grazie agli ottimi blocchi dei propri compagni di squadra (try no-good e 26-6). Non subire altri punti prima della metà tempo è fondamentale per i Giants. La flag lanciata contro i Panthers per holding prima e il placcaggio portato da Plattner – grazie a una pazzesca rimonta in velocità – poi, non impediscono ai bianconeri di vacare di nuovo la goal line bolzanina. Prima di metà tempo, l’ultima marcatura è ancora di Rossi (try no-good) e il punteggio si fissa sul 32-6.

Terzo Quarto

Il secondo tempo sembra aver ormai decretato l’andamento dell’incontro. L’inerzia della gara appare infatti a favore dei Panthers che, al rientro in campo, non sembrano aver cambiato volto. Il quinto TD parmense arriva ancora con Zatti, imbeccato dal suo QB, Rossi, dopo un bel gesto personale con il quale riesce a battere il proprio difensore. Segue la trasformazione di Rossi su corsa personale che porta il punteggio sul 40 a 6. Il drive successivo dei Giants ricalca quelli precedenti. Le cose sembrano non andare e poco può Plattner, su cui grava il peso del meritato vantaggio dell’avversario. Ormai sembra chiaro che per i Giants non ci sia più nulla da fare e il terzo TD personale di Grossi, che ancora si trova a cavalcare il campo in volata, non fa che chiarlo (trasformazione di Zatti su pass di Rossi). 48-6 non è però il punteggio definitivo. I Giants, che ancora cercano di trovare la via per il loro secondo TD, si trovano ancora a sbagliare su uno snap, arretrare 20 yard ed essere costretti, due down dopo, al punt virtuale che restituisce la palla ai Panthers. I Ducali, ormai in netto vantaggio, non guardano all’orologio con l’intenzione di gestire il tempo e arrivare a conclusione dell’incontro. Ancora nel terzo quarto, l’obiettivo è quello di segnare a più non posso. Ci pensa Grossi, ormai probabile MVP dell’incontro, ad aumentare il divario con il quarto TD personale (try Rossi-Zatti, good).

Quarto Quarto

Sul 56-6 i giochi sono ormai chiusi, ma i Giants mostrano voglia e muovono ancora un po’ la catena. Il TD arriva di orgoglio su un gioco di passaggio di Plattner realizzato e trasformato da Fenice (56-12). Un holding  nega il successivo TD dei Panthers, che per la seconda volta si vedono annullata una marcatura a causa di questo fallo. Mentre il freddo scende sul campo e annuncia che quella U19 sarà una finale caratterizzata da clima rigido, il tempo continua a scorrere su un cronometro che, complici le molte corse effettuate dalle due squadre, è destinato ad esaurirsi rapidamente. Rimane il tempo per un ultima marcature Giants che porta il punteggio sul 56-20 prima del fischio finale.

La partita non ha lasciato alcuno spazio al dubbio. Dall’inizio dell’incontro, i Panthers hanno sempre avuto il controllo della partita. La squadra di Parma ha saputo imporre il proprio gioco con costanza e sicurezza, trovando l’end-zone avversaria a più ripetizioni e dimostrando concentrazione e robustezza in fase difensiva. MVP offensivo dell’incontro è il RB bianconero, Grossi; il difensivo, nonostante la sconfitta, è il Plattner, QB bolzanino che, nel giocare il doppioruolo come safety, si è reso protagonista di rimonte eccezionali. Il premio fair play, invece, è stato assegnato a Rossi, QB di Parma, distintosi per l’atteggiamento in campo. Un anno di U16 davvero splendido, che ci ha regalato grandi emozioni fino alla fine. E già non vediamo l’ora che arrivi il settembre di questo 2016 appena iniziato.









Ultime News

Il primo magazine del Football Italiano dalla A all'End Zone.

Disclaimer

IFL Magazine (da qui in avanti chiamato “sito”) non è una testata giornalistica ed ai sensi della Legge n. 62 del 7.03.2001, non può considerarsi un prodotto editoriale. Qualsiasi logo, marchio, brand, sigla, trade mark o immagine riportata sul sito e non appartenente in maniera esplicita a quest’ultimo, sono protetti dalla normativa vigente relativa ai marchi, la proprietà intellettuale e/o il copyright (Direttiva 2004/48/CE, Legge 633/22-04-1941, Dlgs 30/2005) e appartengono pertanto ai rispettivi proprietari. L’utilizzo delle immagini sul sito segue le norme del fair use. Per ogni immagine utilizzata sarà citata la fonte. Se i proprietari di tali immagini ne desiderassero la rimozione, li invitiamo a contattarci all’indirizzo redazione@iflmagazine.it, al fine di poterle rimuovere nei più brevi tempi possibili. Tutti i contenuti di questo sito sono di proprietà intellettuale dei rispettivi autori, e sono soggetti a ‘Riproduzione Riservata’. Ai sensi della Legge 633/41, se ne vieta la riproduzione, anche parziale, senza l’esplicita autorizzazione scritta dell’autore.

Team

Coordinatore: Simone Mingoli Vice Coordinatore: Giovanni Ganci Contributori: Luca Correnti, Tony Federico, Ganci, Andrea Ghezzi, Simone Mingoli, Andrea Mirenda, Rendall Narciso Grafica: Paolo Re, Battista Battino Infografiche: Battista Battino Contenuti Fotografici: Coordinatore IFL Mag TV: Andrea Ghezzi Contenuti Video: Andrea Ghezzi, Andrea Gaia Re Coordinatore IFL Mag Radio: Andrea Ghezzi Contenuti Radio: Andrea Ghezzi, Giovanni Ganci, Andrea Mirenda, Luca Correnti, Simone Paschetto Webmaster: Rendall Narciso Infrastrutture: CAGE7 Partners: #ASSOFOOTBALL, Dalsport74

Per informazioni e contatti scrivi a: redazione@iflmagazine.it

Copyright © 2016 IFL Magazine - #ASSOFOOTBALL

To Top