IL PRIMO MAGAZINE DEL FOOTBALL ITALIANO DALLA A ALL'END ZONE
Storie

Dolphins Ancona esempio di integrazione sociale

Dolphins Ancona

Nel 2014 il Ministero  del Lavoro e delle Politiche Sociali e il CONI hanno sottoscritto un accordo di programma per favorire ed incentivare azioni finalizzate a favorire l’integrazione sociale dei migranti di prima e seconda generazione e a contrastare le forme di discriminazione razziale e di intolleranza.

Uno dei frutti di questo accordo è la diffusione su tutto il territorio nazionale delle “buone pratiche” per favorire l’integrazione messe in atto da Federazioni e Società Sportive.

I Dolphins Ancona hanno avuto l’onore di essere premiati nell’edizione 2015 di “Fratelli di Sport” per tutto il lavoro svolto nell’integrazione all’interno delle varie squadre di diverse culture, religioni e nazionalità.

Il progetto dei marchigiani non è estemporaneo, ma inizia nel 2011 con la Dolphins Experience. Grazie anche ai giocatori USA in forza alla squadra i Dolphins entrano nelle scuole superiori di Ancona e fanno giocare i ragazzi a football tenendo la lezione in inglese unendo così la pratica sportiva al miglioramento della lingua straniera.

La seconda fase prevede, per chi è interessato a proseguire nella pratica del football americano, l’inserimento nelle formazioni giovanili che nel corso degli anni riescono a coprire tutte le possibili fasce di età, dai 13 ai 19 anni per un totale, al momento, di più di 90 ragazzi.

Ancona città portuale ha una forte presenza di cittadini stranieri, superiore al 10% del totale della popolazione del capoluogo delle Marche e di conseguenza una società sportiva seria deve assolutamente essere capace di aggregare ragazzi diversi non soltanto nell’aspetto fisico, ma anche in quello culturale e religioso.

La capacità e la bravura dei Dolphins è stata proprio quella di puntare a questa integrazione ed i risultati si vedono, sia nel settore giovanile dove il 30% circa di ragazzi non sono di nazionalità italiana, sia nella prima squadra dove convivono atleti diversi per provenienza e storia.

Proprio per tutto questo lavoro la società dorica è stata premiata e questo riconoscimento non deve rendere orgogliosi soltanto i Dolphins Ancona, ma tutto il mondo del football italiano.









Ultime News

To Top