IL PRIMO MAGAZINE DEL FOOTBALL ITALIANO DALLA A ALL'END ZONE
News

Div III, numeri da record per il 2017

Assemblea Div III 2017

Lo scorso sabato 14 gennaio, anche le squadre di Div III, oltre a quella di Div II, si sono riunite per fare il punto sul prossimo campionato. Il 2017 sarà interessante in particolare per i numeri che proporrà: 129 partite di stagione regolare, disputate dalla bellezza di 43 squadre.

La riunione di Div III

Di fronte al Commissioner del campionato Fabio Tortosa, anche rappresentante della Commissione Campionati e Gare, le squadre della Terza Divisione (come quella di Seconda) hanno mostrato un mai scontato spirito di collaborazione che, per fortuna, non ci fa segnalare episodi particolari. Anche in questo caso la riunione è durata solo il tempo necessario a deliberare quanto segue.

La struttura del campionato 2017

Rispetto al campionato 2016, che contava 40 squadre, il campionato 2017 ne conterà 43. Nonostante questo, la struttura del campionato non varierà. La Div III conterà sempre un totale di 9 gironi, ma con una differente distribuzione interna :

A – Cardinals Palermo, Sharks Palermo, Achei Crotone, Black Tide Catanzaro, Sauk Wolves Cosenza
B – Delfini Taranto, Navy Seals Bari, Briganti Napoli, Eagles Salerno, Rebels Castel Giorgio
C – Minatori Cave, Legio XIII Roma, Steelers Terni, Grifoni Perugia, Crabs Pescara
D – Etruschi Livorno, Veterans Grosseto, Trappers Cecina, Sirbons Cagliari
E – Alfieri Asti, White Tigers Massa, Predatori GdT, Pirates Savona
F – BlitzSan Carlo Canavese, Wolverines Piacenza, Lancieri Novara, Rams Milano, Mastiffs Ivrea
G – Titans Romagna, Buccaneers Comacchio, Doves Bologna, Aquile Ferrara, Hurricanes Vicenza
H – Islanders Venezia, 29ers Alto Livenza, Sentinels Isonzo, Draghi Udine, Muli Trieste
I – Giants Bolzano, Mexicans Pederobba, Thunders Trento, Celtics Dolomiti, Redskins Verona

Mai erano stati fatti tanti incontri nel campionato più popoloso dello stivale. Per spiegarvi cosa accadrà dopo la quarta partita di regular season, scegliamo di utilizzare la spiegazione scritta sul comunicato stampa FIDAF, la più chiara che si potesse scrivere:

“Dopo la quarta partita di regular season, per i gironi a 5 squadre ci sarà la cosiddetta ‘fase ad orologio’, con accoppiamenti decisi in base al ranking del 2016. Ai Playoff accederanno 24 squadre, le prime 2 di ogni girone e le migliori 6 terze classificate. Anche per la Terza Divisione, i criteri per stabilire il ranking terranno conto dei record percentuali, della difficoltà degli incontri vinti, del peso del girone e di un eventuale sorteggio”.

Come abbiamo fatto anche per la Seconda Divisione, è giusto segnalare come le squadre abbiano spontaneamente deciso di raddoppiare la propria mutualità affinché le squadre che dovranno affrontare trasferte maggiori possano ottenere contributi più sostanziosi. Nulla cambierà invece da lato federale da dove verranno elargite le stesse cifre del passato 2016.

Riconfermato l’All Star Game che, lo scorso anno di scena a Castel Giorgio, ha ottenuto grande apprezzamento.

Le curiosità del caso

Forse la più grande curiosità del caso riguarda le Aquile Ferrara. La squadra estense ha deciso di “abdicare” lasciando la Prima Divisione per niente meno che… la Terza. Questo ha cambiato le carte in tavola non solo nel massimo campionato, ma anche nella stessa Div III.

C’è infatti da capire come si gestirà la situazione dei Buccaneers Comacchio, farm team proprio delle Aquile Ferrara che, a tutti gli effetti, ora come ora è inserita nello stesso girone e dovrà vedersela proprio contro le Aquile.

Conclusioni

Il campionato di Divisione III è da sempre molto interessante, specie nelle fasi finali dove i dislivelli tra le squadre si appiattiscono di molto. Osserveremo con curiosità un campionato che conta sempre più attori e che ha sempre tanto da regalare.

Considerata la molta carne al fuoco, anche in questo caso prevediamo di spenderci in approfondimenti che consideriamo di pubblicare nei prossimi giorni. State con noi e buon football a tutti.









Ultime News

Il primo magazine del Football Italiano dalla A all'End Zone.

Disclaimer

IFL Magazine (da qui in avanti chiamato “sito”) non è una testata giornalistica ed ai sensi della Legge n. 62 del 7.03.2001, non può considerarsi un prodotto editoriale. Qualsiasi logo, marchio, brand, sigla, trade mark o immagine riportata sul sito e non appartenente in maniera esplicita a quest’ultimo, sono protetti dalla normativa vigente relativa ai marchi, la proprietà intellettuale e/o il copyright (Direttiva 2004/48/CE, Legge 633/22-04-1941, Dlgs 30/2005) e appartengono pertanto ai rispettivi proprietari. L’utilizzo delle immagini sul sito segue le norme del fair use. Per ogni immagine utilizzata sarà citata la fonte. Se i proprietari di tali immagini ne desiderassero la rimozione, li invitiamo a contattarci all’indirizzo redazione@iflmagazine.it, al fine di poterle rimuovere nei più brevi tempi possibili. Tutti i contenuti di questo sito sono di proprietà intellettuale dei rispettivi autori, e sono soggetti a ‘Riproduzione Riservata’. Ai sensi della Legge 633/41, se ne vieta la riproduzione, anche parziale, senza l’esplicita autorizzazione scritta dell’autore.

Team

Coordinatore: Simone Mingoli Vice Coordinatore: Giovanni Ganci Contributori: Luca Correnti, Tony Federico, Ganci, Andrea Ghezzi, Simone Mingoli, Andrea Mirenda, Rendall Narciso Grafica: Paolo Re, Battista Battino Infografiche: Battista Battino Contenuti Fotografici: Coordinatore IFL Mag TV: Andrea Ghezzi Contenuti Video: Andrea Ghezzi, Andrea Gaia Re Coordinatore IFL Mag Radio: Andrea Ghezzi Contenuti Radio: Andrea Ghezzi, Giovanni Ganci, Andrea Mirenda, Luca Correnti, Simone Paschetto Webmaster: Rendall Narciso Infrastrutture: CAGE7 Partners: #ASSOFOOTBALL, Dalsport74

Per informazioni e contatti scrivi a: redazione@iflmagazine.it

Copyright © 2016 IFL Magazine - #ASSOFOOTBALL

To Top