IL PRIMO MAGAZINE DEL FOOTBALL ITALIANO DALLA A ALL'END ZONE
Division I

Cosa resta dopo un Camp con i campioni NFL, intervista Fabio Pacelli

Uno dei primi articoli di IFL Magazine è stato dedicato al Camp che i Marines hanno organizzato (in soli 3 giorni) per approfittare della grande occasione di avere 2 stelle NFL “in casa”. Ieri siamo voluti andare da Fabio Pacelli, il Presidente della squadra romana, per farci raccontare cosa resta di un’esperienza più unica che rara per un team di football italiano.

Sono grandi l’emozione e la soddisfazione che emergono dalle parole del Presidente, tanto grandi che, lo confessiamo, non possiamo che essere dispiaciuti per non essere riusciti a partecipare di persona a questa straordinaria giornata di football.

 

Buongiorno Presidente e grazie per aver accettato questa intervista

Grazie a voi per quello che state facendo per il nostro Football, ci sono numerosi forum e siti che parlano di Football che stanno facendo molto per la sviluppo e diffusione del nostro sport, ma credo che utilizzare facebook per realizzare un magazine come il vostro, possa essere davvero una idea vincente.

Domenica scorsa avete organizzato un Camp in casa vostra con ospiti NFL, un’occasione rara per i giocatori di Football in Italia, come è andata?

È stata una grande esperienza, l’entusiasmo era alle stelle per la presenza di 2 giocatori professionisti come Ryan Griffin (Quarterback) e Justin Drescher (Longsnapper) dei New Orleans Saints. La cosa che più ha impressionato è stata la semplicità e la disponibilità di questi ragazzi, professionisti da centinaia di migliaia di dollari l’anno, che si sono allenati ed hanno condiviso la loro esperienza con tanti giocatori italiani con una naturalezza ammirevole.

Straordinario, ma come avete fatto ad avere Griffin e Drescher al vostro camp? Li avete ingaggiati dagli USA? Hanno richiesto un cachet?

È stata un’occasione presa al volo: Matteo Dinelli, grazie agli ottimi rapporti con organizzazioni ed allenatori a livello internazionale, è venuto a conoscenza del fatto che erano a Roma in vacanza e il nostro General Manager Fabrizio Cupellini (che si trovava a Louisville negli USA per partecipare alla Convention dell’Afca, la più grande ed importante associazione di allenatori di football a livello mondiale), li ha contattati subito proponendo loro la giornata con noi. Come abbiamo avuto conferma (mercoledì sera) abbiamo organizzato in tempi record l’evento per la domenica stessa. Per quanto riguarda la loro presenza non ci hanno chiesto nulla anzi… volevano pagarci pure la cena dopo il Camp con tutti i ragazzi!

Si dice che la fortuna sia quel “momento in cui il talento incontra l’occasione”. A quanto pare siamo di fronte ad uno di questi casi. Veniamo ai numeri, chi e quanti hanno partecipato?

Al Camp hanno partecipato un centinaio di ragazzi, tanti Marines ma anche Grizzlies, Gladiatori, Veterans, Steelers oltre a un Coaching Staff misto di 20 tecnici. Siamo andati oltre le aspettative considerando il fatto che il tutto è stato organizzato e comunicato in un periodo di 72 ore, solo attraverso i nostri canali istituzionali e attraverso i Social Media.

Soddisfatto quindi dell’evento malgrado le comprensibili difficoltà organizzative dettate dal poco preavviso?

Assolutamente! Anzi, spero che tutti i giocatori NFL in vacanza a Roma ci contattino e ci vengano a trovare. Sono esperienze davvero uniche che ti rimangono dentro e non parlo solo dell’aspetto sportivo: ci hanno raccontato un mondo “visto da dentro”, come non è tutto oro ciò che luccica, rimanendo comunque “di un altro pianeta”. Una cosa molto interessante che abbiamo capito è che ci sono tanti giocatori e coach interessati all’Europa. Tanti che verrebbero anche gratuitamente, magari solo garantirgli un luogo dove vivere, ma nulla di più.

Prima di lasciarti un’ultima domanda: ci sono state delle polemiche relative all’interpretazione della nuova norma FIDAF che prescrive la richiesta del NULLA OSTA da parte di un giocatore tesserato per allenarsi presso un’altra società. Un Camp è un allenamento?

Le polemiche le lascio ad altri, le regole vanno rispettate e se si ritiene siano sbagliate esistono le sedi appropriate per discuterle. Non so dirti se un Camp sia o meno assoggettabile ad un allenamento quindi richieda il nulla osta. Ritengo però che possa essere prevista una deroga in tal senso per non limitare le possibilità dei ragazzi di vivere questo tipo di esperienze.

Vuoi aggiungere qualcosa?

Permettimi di ringraziare tutti coloro che hanno reso possibile questo emozionante evento: a monte, Coach Criner e Matteo Dinelli, che hanno fatto da trait d’union con gli atleti, poi tutta la struttura dei Lazio Marines, come sempre efficientissima nell’organizzare al meglio il Camp in poco tempo, ed infine tutti i partecipanti che hanno reso questa giornata speciale.

Grazie per essere stato con noi.

Grazie a voi e complimenti ancora per l’iniziativa e l’impegno che ci state mettendo.









Ultime News

Il primo magazine del Football Italiano dalla A all'End Zone.

Disclaimer

IFL Magazine (da qui in avanti chiamato “sito”) non è una testata giornalistica ed ai sensi della Legge n. 62 del 7.03.2001, non può considerarsi un prodotto editoriale. Qualsiasi logo, marchio, brand, sigla, trade mark o immagine riportata sul sito e non appartenente in maniera esplicita a quest’ultimo, sono protetti dalla normativa vigente relativa ai marchi, la proprietà intellettuale e/o il copyright (Direttiva 2004/48/CE, Legge 633/22-04-1941, Dlgs 30/2005) e appartengono pertanto ai rispettivi proprietari. L’utilizzo delle immagini sul sito segue le norme del fair use. Per ogni immagine utilizzata sarà citata la fonte. Se i proprietari di tali immagini ne desiderassero la rimozione, li invitiamo a contattarci all’indirizzo redazione@iflmagazine.it, al fine di poterle rimuovere nei più brevi tempi possibili. Tutti i contenuti di questo sito sono di proprietà intellettuale dei rispettivi autori, e sono soggetti a ‘Riproduzione Riservata’. Ai sensi della Legge 633/41, se ne vieta la riproduzione, anche parziale, senza l’esplicita autorizzazione scritta dell’autore.

Team

Coordinatore: Simone Mingoli Vice Coordinatore: Giovanni Ganci Contributori: Luca Correnti, Tony Federico, Ganci, Andrea Ghezzi, Simone Mingoli, Andrea Mirenda, Rendall Narciso Grafica: Paolo Re, Battista Battino Infografiche: Battista Battino Contenuti Fotografici: Coordinatore IFL Mag TV: Andrea Ghezzi Contenuti Video: Andrea Ghezzi, Andrea Gaia Re Coordinatore IFL Mag Radio: Andrea Ghezzi Contenuti Radio: Andrea Ghezzi, Giovanni Ganci, Andrea Mirenda, Luca Correnti, Simone Paschetto Webmaster: Rendall Narciso Infrastrutture: CAGE7 Partners: #ASSOFOOTBALL, Dalsport74

Per informazioni e contatti scrivi a: redazione@iflmagazine.it

Copyright © 2016 IFL Magazine - #ASSOFOOTBALL

To Top