IL PRIMO MAGAZINE DEL FOOTBALL ITALIANO DALLA A ALL'END ZONE
Nazionale

Come stanno i ragazzi dopo l’amichevole con gli USA? Tanti ne parlano, noi glie lo abbiamo chiesto.

Italia vs USA

Archiviato il primo IFL Mag Bowl tra la Nazionale Italiana U19 e la selezione USA-AFW Elite, con una perentoria quanto prevedibile vittoria degli ospiti, superiori sia fisicamente che tecnicamente, non sono mancate le riflessioni, le deduzioni e le critiche pubbliche in merito a quanto fosse opportuno, o meno, fare questo evento. Per riassumere nel modo più obiettivo possibile di quei pareri, che in quanto tali come sempre consideriamo sacrosanti, possiamo dire che si ritiene che la nazionale non sia organizzata adeguatamente e per questa ragione organizzare ora un’amichevole contro una rappresentativa americana, ergo uno scontro “impari”, avrebbe determinato una demoralizzazione generale nei ragazzi italiani. In alcuni casi si è parlato addirittura di “umiliazione”.

Essendo IFL Magazine, insieme a FIDAF e Dream Team Sports Tours, organizzatori e promotori dell’evento, non potevamo esimerci dal considerare queste riflessioni e porci il problema… perché è una nostra priorità che le nostre iniziative siano un beneficio e un’esperienza positiva per i ragazzi. Alla luce di queste voci non abbiamo voluto elaborare a nostra volta nuove tesi, piuttosto, abbiamo optato per la soluzione più semplice: se vogliamo sapere cosa pensano i ragazzi? Glie lo chiediamo!

Ecco a voi le testimonianze di alcuni dei protagonisti che abbiamo raggiunto chiedendo loro di raccontarci della loro esperienza. Sono felici o si sentono effettivamente demoralizzati dopo la sconfitta subita per mano degli USA-AFW Elite?

 

[blockquote author=”Julian Baldi (ILB)” pull=””]Demoralizzato sicuramente no, si sapeva che gli americani erano più fisici e anche più tecnici e che non sarebbe stata una passeggiata. La cosa importante è che ci siamo divertiti e abbiamo aggiustato delle cose in attacco ed in difesa. Questa partita sicuramente ci ha aiutato a prepararci per la Spagna che affronteremo prossimo fine settimana. Sicuramente dobbiamo lavorare ancora tanto in tutte due i reparti, attacco e difesa per battere la Spagna. Grazie e GO Blue![/blockquote]

[blockquote author=”Alessandro Sarris (FS/QB)” pull=””]So che il pronostico poteva essere scontato ma speravo meglio… Per quanto riguarda il team devo dire che la difesa è buona, anche se non completa ha fatto un ottimo lavoro. Mi preoccupa un po’ di più l’attacco, già ai raduni avevo notato una difficoltà non da poco. Per quanto riguarda me non ero tra i 45 originari e sono stato aggiunto a causa di un infortunato. Non so se la causa del mio “taglio” sia solo una questione di età o di più. Per quanto riguarda la prossima partita mi hanno comunque detto di tenermi libero. Onestamente speravo di giocare forse un pelo di più, ciò nonostante sono molto contento di essere stato “aggiunto” perché è stata un’esperienza molto utile anche al di fuori della nazionale, per rendermi conto della “stazza” e del livello dei giocatori che mi aspetteranno l’anno prossimo (Alessandro studierà e giocherà a Football negli USA il prossimo anno ndr.).[/blockquote]

[blockquote author=”Andrea Currò Dossi (DE)” pull=””]Reduci da una partita che ha ribadito la superiorità del football statunitense rispetto a quello italiano, le mie impressioni sono tutt’altro che negative: a mio avviso il reparto difensivo ha giocato bene fermando più volte l’offensiva a stelle e strisce, trovando anche la possibilità per segnare. Ci sono stati dei big play che ci hanno spiazzato, ma nel complesso abbiamo giocato una buona partita, a testa alta fino all’ultimo minuto e, cosa più importante, ci siamo divertiti. Per quel che riguarda il coaching staff difensivo, non ho nulla da rimproverare ma soltanto da elogiare. Concludendo, la partita di ieri è stata un buonissimo test per comprendere le lacune difensive, che in vista del prossimo match contro la Spagna cercheremo di migliorare.[/blockquote]

[blockquote author=”Alexander Cunningham (HB/TE)” pull=””]La partita per diversi aspetti è stata deludente. Credevo che potessimo fare meglio in Offense, ma tutto sommato questa partita con gli americani è servita da banco di prova ed è stata una grande opportunità per fare esperienza. Come squadra siamo riusciti a legare in fretta e questo è stato fondamentale per affrontare una partita del genere. I giorni del raduno sono stati davvero impegnativi! Il risultato di 7-73 è pesante ed è un duro colpo da superare, ma questo ci deve motivare per la partita di qualificazione agli europei contro la Spagna a Torino domenica prossima. La partita contro la Spagna non sarà facile! In Offense dovremo lavorare molto per assimilare bene schemi e le formazioni.[/blockquote]

[blockquote author=”Alessandro Vantellino (OLB)” pull=””]Nonostante il risultato pesante, sono molto contento. Il ritiro del giorno prima ad Erba molto bello e ben organizzato, anche se in partita avrei sperato di giocare qualcosina in più. Gli americani, come ci aspettavamo, erano di un tutt’altro livello ma rispettosi dell’avversario e il tutto si è svolto in un’atmosfera molto piacevole così come dovrebbe essere sempre nello sport. Il post-partita ancora più gioioso, ricco di balli e cori di gruppo. La squadra avversaria ci ha portato anche dei regali inerenti al football che ovviamente ci hanno fatto molto piacere. Sommando tutto assieme, per me sicuramente è stata un’esperienza indimenticabile.[/blockquote]

[blockquote author=”Andrea Fimiani (RB)” pull=””]Sulla partita in sé c’è poco da dire… nettamente superiori e ci hanno dominato. Sicuramente meglio la nostra difesa che è riuscita più volte a fermarli mentre in attacco abbiamo chiuso solo un down in tutta la partita. A livello di gruppo invece sembriamo già molto uniti e questo mi fa ben sperare in vista della partita contro la Spagna che di sicuro conta molto di più. Non sono molto felice per la mia prestazione personale che non mi può soddisfare, per il resto è stata una bella esperienza e non capita tutti i giorni di confrontarsi contro una squadra di americani. Fosse stata più avanti saremmo arrivati sicuramente più pronti, ma per fortuna non ci sono stati infortunati che era la cosa più importante.[/blockquote]

[blockquote author=”Leonardo Vallini (ILB)” pull=””]Personalmente posso dire che il percorso fatto da questo Team Nazionale Junior seppur ancora breve è molto intenso. Già dai primi raduni a Bologna si era creato piano piano un bel gruppo che poi è si è consolidato notevolmente questi ultimi giorni ad Erba per la preparazione alla partita contro il team USA. La partita è stata piuttosto dura ma indubbiamente molto divertente, anche perché avendo davanti un avversario così di livello il piacere di giocare è molto più alto. Per quanto riguarda la difesa posso ritenermi abbastanza soddisfatto di come abbiamo lavorato, ho visto alcuni dei ragazzi mettere il cuore nel loro gioco. Spesso siamo riusciti a bloccarli collezionando 3/4 three and out; sono molto fiducioso in noi e penso che se domenica giochiamo come sappiamo possiamo pure cominciare a fare i biglietti perché a maggio si va in Francia! Quella di ieri è stata forse l’esperienza di football più bella da quando ho iniziato a giocare a 13 anni, sono sicuro che stare all’interno di questa realtà nazionale mi regalerà tantissime altre emozioni forti come quelle che ho provato ieri. Adesso il nostro compito è concentrarci per domenica contro la Spagna a Torino! Non vedo l’ora di scendere di nuovo in campo e vincere con la maglia azzurra!”[/blockquote]

[blockquote author=”Michael Abera Jote (ILB)” pull=””]Posso dire che anche se tutti noi conoscevamo la superiorità tecnica dei nostri avversarsi abbiamo giocato per vincere e fino alla fine. In difesa abbiamo fatto un’ottima partita fermandoli anche in più di un occasione. L’attacco ha un po’ più da lavorare ma si sa che gli attacchi hanno bisogno di allenamento per iniziare a girare. Anche noi in difesa dobbiamo rifinire alcune cosette prima del partita più attesa contro la Spagna. Perché i piccoli cali che abbiamo avuto hanno portato gli avversari a segnature evitabili.[/blockquote]

 

Per noi è arrivato il momento di confessare: quando abbiamo deciso di scrivere questo articolo avevamo in testa di dire al mondo del football italiano che è arrivato il momento di smettere di considerare i ragazzi degli sprovveduti a cui far cambiare stanza “quando parlano i grandi”. Poi abbiamo letto le loro parole e a dirvi che meritano di essere considerati degli atleti maturi, in grado di fare le loro scelte ed esprimere le loro idee, ci hanno pensato loro. Chapeau

 

Foto ©Guido Gilberti









Ultime News

Il primo magazine del Football Italiano dalla A all'End Zone.

Disclaimer

IFL Magazine (da qui in avanti chiamato “sito”) non è una testata giornalistica ed ai sensi della Legge n. 62 del 7.03.2001, non può considerarsi un prodotto editoriale. Qualsiasi logo, marchio, brand, sigla, trade mark o immagine riportata sul sito e non appartenente in maniera esplicita a quest’ultimo, sono protetti dalla normativa vigente relativa ai marchi, la proprietà intellettuale e/o il copyright (Direttiva 2004/48/CE, Legge 633/22-04-1941, Dlgs 30/2005) e appartengono pertanto ai rispettivi proprietari. L’utilizzo delle immagini sul sito segue le norme del fair use. Per ogni immagine utilizzata sarà citata la fonte. Se i proprietari di tali immagini ne desiderassero la rimozione, li invitiamo a contattarci all’indirizzo redazione@iflmagazine.it, al fine di poterle rimuovere nei più brevi tempi possibili. Tutti i contenuti di questo sito sono di proprietà intellettuale dei rispettivi autori, e sono soggetti a ‘Riproduzione Riservata’. Ai sensi della Legge 633/41, se ne vieta la riproduzione, anche parziale, senza l’esplicita autorizzazione scritta dell’autore.

Team

Coordinatore: Simone Mingoli Vice Coordinatore: Giovanni Ganci Contributori: Luca Correnti, Tony Federico, Ganci, Andrea Ghezzi, Simone Mingoli, Andrea Mirenda, Rendall Narciso Grafica: Paolo Re, Battista Battino Infografiche: Battista Battino Contenuti Fotografici: Coordinatore IFL Mag TV: Andrea Ghezzi Contenuti Video: Andrea Ghezzi, Andrea Gaia Re Coordinatore IFL Mag Radio: Andrea Ghezzi Contenuti Radio: Andrea Ghezzi, Giovanni Ganci, Andrea Mirenda, Luca Correnti, Simone Paschetto Webmaster: Rendall Narciso Infrastrutture: CAGE7 Partners: #ASSOFOOTBALL, Dalsport74

Per informazioni e contatti scrivi a: redazione@iflmagazine.it

Copyright © 2016 IFL Magazine - #ASSOFOOTBALL

To Top