IL PRIMO MAGAZINE DEL FOOTBALL ITALIANO DALLA A ALL'END ZONE
Banana Republik

Banana Republik e il campo di periferia

import

(breve pensiero positivo di un tifoso “minore”)

Da West Chester Univesity, appena fuori Philadelphia, a Pero, facendo di Nizza la sua seconda casa, senza discussione la migliore delle tre location, per permettermi di raccontarvi come, nel Football del Vecchi Continente, un Rondell White qualunque, uno di cui non sapevate nulla finito al minuto prima, possa trasformare anche il peggiore dei campi di periferia nel teatro dell’incredibile e rendervi testimoni di uno spettacolo unico…

E se avete guardato bene, sulla side-line di quello stesso prato segnato, chiamarlo ripetutamente campo mi pare eccessivo, avrete notato un ometto buffo, con cappellino sempre in testa che ogni volta che si arrabbia parte con una inconfondibile marcetta da “soldatino russo” verso il malcapitato di turno che, in cuor suo, conosce già il proprio destino: come puoi pensare di avere voce in capitolo quando chi ti sta davanti è un Hall of Famer?

stupid fucking idiot! “

Tornando con lo sguardo al campo, sempre per i 5 euro che avete lasciato, se li avete lasciati, birra in mano e panino tra i denti sono certo avrete notato il #10 in nero prendersi la scena e dare un senso al “motto” della franchigia “All Gas No Brakes” come non vi sarà sfuggita la coppia di “dominatori” in mezzo alla difesa, due che fino a ieri potevate vedere su ESPN e adesso condividono con l’impiegato o lo studente di turno campo, spogliatoio, trasferte infinite ma soprattutto la passione per lo sferoide prolato.

White, la marcetta dell’Hall of Famer, All Gas No Brakes e quelli di ESPN, tutto sullo stesso campo di periferia.

Non capita tutti i giorni, e non capita negli altri sport…

Amo il football anche per questo!

Buona Pasqua!









Ultime News

To Top